Pane al cardamomo

giovedì, agosto 20, 2009



Pochi giorni fa ho ricevuto un nuovo libro di cucina. Mio marito, che asseconda con dedizione il mio interesse per la cucina ha scovato una bella pubblicazione di Rachel Allen dedicata ai "prodotti" da forno.
Per una come me che il forno lo accende anche solo per "intiepidire" il pane, questo libro è una vera meraviglia.
Nelle 280 pagine si trova veramente di tutto, volevo fare qualche prova, ma non sapevo da dove iniziare.Poi una ricetta ha colpito la mia attenzione: una bella treccia di pane bianco aromatizzato al cardamomo, perfetto per la colazione da servire con della buona marmellata di albicocche.
Bene, la scelta è fatta!

Il pane è riuscito una meraviglia, morbidissimo anche nei giorni successivi conservato nell'alluminio. La presenza del cardamomo è discreta e riesce a dare al pane un tocco lievemente speziato che lo rende veramente particolare.
Trovate riportati due procedimenti: la prima versione è quella originale, la seconda è quella che ho utilizzato io avvalendomi della macchina del pane nella fase di impasto e lievitazione.

Spero che questa pagnottella sia gradita anche a Solidea che proprio sul cardamomo ha lanciato un contest.
"AAA...ricette col cardamomo cercasi..." partecipo con piacere anch'io!!



Pane al cardamomo


Ingredienti per una pagnotta grande

125 ml di acqua
75 gr di burro

50 gr di zucchero + 1 cucchiaino
175 ml di acqua tiepida
15 gr di lievito fresco (o 7 gr di lievito secco)

1 uovo
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di cardamomo ridotto in polvere (circa 2 bacche)
600 gr di farina forte setacciata

Per lucidare
1 cucchiaino di burro ammorbidito
farina



VERSIONE 1: IMPASTO A MANO

Mettete in un pentolino 125 ml di acqua e il burro e portate ad ebollizione. Quando il burro si sarà fuso, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

In un contenitore mescolate il cucchiaio di zucchero con 60 ml di acqua tiepida e il lievito e lasciate riposare coperto per 10 minuti circa.

In un'altra ciotola mescolate l'uovo con 50 gr di zucchero e il sale e aggiungete l'acqua rimasta (115 ml), mescolate fino a che il tutto risulterà ben amalgamato.
Private i semi di cardamomo della capsula verde e riduceteli in polvere utilizzando un pestello e il mortaio.

Quando la mistura di acqua e burro sarà diventata tiepida aggiungete il composto di lievito, il mix ottenuto con l'uovo e il cardamomo e mescolate per bene.
Aggiungete il composto di farina e lavorate la massa per circa 10 minuti fino a che otterrete una palla liscia e morbida.
Lasciate riposare la pasta coperta con uno strofinaccio in un luogo riparato per un paio d'ore o comunque finoa che sarà raddoppiata di volume.

Passato il tempo di lievitazione, date all'impasto la forma desiderata (pagnotta semplice o treccia), trasferitela su una teglia ricoperta da carta forno e fatela riposare per un'altra mezz'ora. Nel frattempo scaldate il forno a 180° e cuocete il pane per circa 30-35 minuti.

Una volta cotto, togliete il pane dal forno, spostatelo su una griglia e ancora caldo ungetelo con il burro e cospargetelo con un po' di farina. Questa operazione lo renderà molto morbido e la presenza della farina gli conferirà al tempo stesso un aspetto un po' rustico.


VERSIONE 2 per le "pigrotte" come me: IMPASTO CON MDP

Siccome fa caldo e non avevo proprio una voglia matta di impastare ho utilizzato la macchina del pane per l'impasto e la lievitazione. Ho scelto il lievito secco e ho proceduto nel modo indicato di seguito. Si fa veramente poca fatica e il risultato è ottimo.

Mettete in un pentolino 125 ml di acqua e il burro e portate ad ebollizione. Quando il burro si sarà fuso, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Io ho messo tutto nel microonde alla massima temperatura per un paio di minuti.

In una ciotola mescolate l'uovo con 50 gr di zucchero e il sale e aggiungete 175 ml di acqua tiepida mescolate fino a che il tutto risulterà ben amalgamato.
Private i semi di cardamomo della capsula verde e riduceteli in polvere utilizzando un pestello e il mortaio.

Mettete nella macchina del pane, il composto di burro e acqua ormai tiepido, il composto di uovo e acqua, quindi la farina e la polvere di cardamomo, infine il lievito secco.
Chiudete e azionate il programma impasto + lievitazione (1h 30 ca.)
Passato il tempo di lievitazione, proseguite come sopra.

You Might Also Like

10 colazioni a letto

  1. Altrochè gradita!!! La versione con la mdp la metterò all'opera q.p.
    Ho appena comperato le bacche di cardamomo verde.....grazie Sabry!!! Il tuo blog sta diventando ogni giorno più bello, all'altezza delle "vip's" del web..complimenti!

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero morbidissimo, e poi l'uso di spezie nel pane è una cosa che ho ancora provato poco, m'incuriosisce, ed il cardamomo è davvero speciale.
    Purtroppo dopo gli involtini con la pasta fillo di ieri sera ho avuto il diveto ad accendere il forno fino a che non finisce il caldo, ma poi lo provo certamente ;)

    Complimenti anche per la bellissima foto e per il bellissimo blog che seguirò certamente d'ora in poi.

    Alberto

    RispondiElimina
  3. che pane splendido e questo tipo di aromatizzazione mi piace davvero molto. Da provare al più presto
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  4. interessante questo pane...da provare sicuramente!
    ciaoooo

    RispondiElimina
  5. Chi ha detto che non si può vivere di solo pane, io ce la farei se poi è bello e sicuramente buono come il tuo, ben venga la dieta super carboidrato!

    Brava

    RispondiElimina
  6. Ciao Sabry, la ricetta come ha già detto Soly è super gradita... Lei che con i lieviti ormai è un mago la proverà sicuramente...,io invece, che sono un po' imbranata con i lievitati me la gusto con gli occhi da te... Complimenti.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ma che bel pane profumato, anch'io come Ale con i lievitati sono una frana, intanto mi lusto gli ochhi con la tua treccia. Buon fine settimana, baci Manu.

    RispondiElimina
  8. @Solidea: ma dai Soly, mi fai troppi complimenti!! Quando provi il pane fammi sapere se ti è piaciuto

    @Albertone:ho avuto lo stesso veto sul forno da mio marito, ma ieri non ho resistito e ho atteso un suo momento di disattenzione per preparare una torta ....

    @Fra, Federica:si dai, dicono che tra un paio di giorni rinfresca... il forno potrà tornare a pieno regime

    @ Sunflowers8: ce la farei benissimo anch'io a vivere di solo pane e affini. Delle volte dico: da domani mi devo dare una regolata, ma i miei buoni propositi durano veramente pochissimo!!

    @Ale: bene come io mi sono gustata la tua stupenda caprese al cioccolato!!

    @Manuela: ti dirò, in verità, che la macchina del pane riesce a dare un bell'aiuto. un bacio

    RispondiElimina
  9. Ciao Sabry grazie per essere diventata mia lettrice. Mannaggia c'è ancora la foto di "stò pane"...ecco ora mi tocca prendere un pezzo di cioccolata e andare a farmi un panino!!!! ;-P
    Buon week end

    RispondiElimina
  10. Ciao!
    Ma che bel Blog! Ci sono finita su per caso, girando qui e lì ho scovato il link, e mi piace molto, infatti me lo annoto :-P
    Io in cucina ci sto come in un guanto, ma devo prendere ancora un po' di mano, quindi mi sa che qualche consiglio qui e lì me lo prenderò di sicuro :-D
    Buona serataaa!

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram