Buchtel - Sgonfiotti ripieni di marmellata di albicocche

mercoledì, ottobre 14, 2009

Ho visto che Giulia ha lanciato assieme a Macchine Alimentari la sua prima raccolta “Sunday morning”, e mi è piaciuta da subito anche perché come avrete già capito dal nome del mio blog attribuisco al primo pasto della giornata una rilevanza particolare.

Le parole di Juls’ circa la colazione della domenica, mi hanno fatto tornare in mente la mia infanzia e la gioia di quella giornata.
Mio padre allora gestiva un supermercato, e durante la settimana puntava la sveglia alle 5:30: la colazione era faccenda riservata alle donne, io, mia madre e mia sorella.
La domenica però tutto cambiava: finalmente la famiglia si riuniva, papà ascoltava il terzo canale della filodiffusione (esiste ancora?), la musica classica faceva da sottofondo alla colazione, la mamma preparava la sala da pranzo e usava le tazze “belle”. Era un momento speciale, in cui ci si raccontava, si rideva e si godeva della tranquillità di quella giornata dedicata al riposo.

Spesso c’era qualche dolce fresco, prevalentemente dolci di tradizione: un Kuguluf marmorizzato, uno strudel, dei Buchtel, del pane al latte appena sfornato, …del pane se ne occupava la nonna; ricorderò sempre il profumo che saliva dal piano di sotto e ci faceva attendere con impazienza la prima sfornata.
Il pane tiepido, che mangiavo spalmato con il burro e cosparso di zucchero.
Ma i Buchtel, ah … i Buchtel erano i miei preferiti, degli “sgonfiotti" di pasta dolce che celavano un goloso ripieno di marmellata di albicocche.

E così ecco qua la nostra ricetta dei Buchtel, quella di casa nostra con una mia piccola variante “moderna”, in cui il latte viene sostituito dal buttermilch, altresì detto latticello.


Buchtel


Ingredienti per 12 BuchtelTeglia rettangolare 25 cm X 18 cm

30 gr di lievito
500 gr di farina
60 gr. di burro
250 ml. di latte che io ho sostituito con pari quantità di latticello o buttermich
2 uova
80 gr di zucchero
1 cucchiaio di rum
un pizzico di sale
150 gr ca. di marmellata di albicocche

Per la finitura
20 gr di burro fuso
1 uovo (facoltativo)


Stemperate in un pentolino il lievito sbriciolato con un cucchiaio di zucchero e il latte tiepido e aggiungete 150 gr di farina. Coprite e fate lievitare al caldo.
Quando la pastella avrà raddoppiato il suo volume, aggiungete un uovo alla volta, poi la farina rimanente setacciata (350 gr), il sale e lo zucchero, sempre procedendo lentamente con piccole quantità. Incorporate a questo punto il rum e da ultimo il burro fuso, tiepido, poco per volta, fino a quando sulla superficie della pasta si formeranno delle bollicine.
Potete ovviamente utilizzare “moderni” ausili, come planetarie o macchine del pane, e sarà un gioco da ragazzi.
Lasciate lievitare la massa coperta fino a che avrà raddoppiato il suo volume.
Stendete l’impasto su un piano infarinato, e create un rettangolo alto 1 cm circa.
Ricavate dei rettangoli di 14 cm x 7 cm, ne dovrebbero uscire circa 12.
Ponete al centro di ciascun rettangolo un cucchiaino di marmellata, chiudete a metà ottenendo un quadrato, quindi prendete i 4 angoli e uniteli verso il centro. Tenendo fissa la parte alta, girate le 4 punte in senso orario allo scopo di sigillare bene lo sgonfiotto.

Otterrete una specie di pallina, che ungerete con del burro fuso lungo tutta la circonferenza e posizionerete, con la parte "brutta" rivolta versoil basso, in una teglia precedentemente ricoperta con carta forno. Proseguite così con tutti i pezzi di pasta.
Nella nostra famiglia i Buchtel si preparano in una teglia rettangolare, altri invece preferiscono uno stampo rotondo, ottenendo un effetto simile a quello della torta delle rose.Completato lo stampo, lasciate lievitare, coperto e al riparo da correnti d’aria per un’altra mezz’ora, poi spennellate con dell’uovo sbattuto e informate a 180° per 30 minuti circa.
Se il dolce tende a colorire troppo, copritelo con un foglio di alluminio.Un volta sfornato, lasciate riposare il dolce brevemente, quindi estraetelo dalla teglia e ponetelo su una gratella a raffreddare.E’ un dolce rustico in cui i pezzi si staccano facilmente con le mani, operazione che generalmente fa impazzire di gioia tutti i bambini.


Alcune note:


  • 1) La pasta non risulta troppo dolce visto che viene farcita con della marmellata, quindi tenetene conto ed eventualmente aumentate di qualche decina di grammi la quantità di zucchero se preferite un involucro più zuccherino.
  • 2)Il dolce si conserva morbido al massimo per un paio di giorni, avendo l’accortezza di metterlo in un sacchetto da freezer. Eventualmente scaldatelo brevemente al forno prima di servirlo.
  • 3) Qualora voleste sfornare dei Buchtel caldi al mattino senza alzarvi all’alba potete procedere in questo modo:la sera realizzate la ricetta fino al punto in cui gli sgonfiotti vengono sistemati nella teglia e riponeteli in frigorifero, coperti, per tutta la notte. Al mattino accendete il forno, togliete la teglia dal frigorifero e mettetela a temperatura ambiente fino a che il forno arriva in temperatura. Quando il forno è caldo, spennellate i dolci con l’uovo e infornateli.

  • You Might Also Like

    22 colazioni a letto

    1. Buongiorno sabri, questi li conosco....chissè come mai;-)
      li faceva la nonna di un mio amico, che meraviglia, mangiati ancora tiepidi!! Devo proprio venire a Trieste!! Fa freddino da te? Un abbraccio!

      RispondiElimina
    2. Buongiorno!
      Ho appena fatto colazione con pane e marmellata (fatta in casa ovviamete) e il tuo racconto mi ha fatto vivere un momento di intimità e di tenerezza!
      Un bellissimo post! Purtroppo non ho mai mangiato i buchtel....dovrò provvedere :0)

      RispondiElimina
    3. Sono molto felice che tu abbia partecipato al mio concorso, prima di tutto perché questa ricetta la cercavo da tempo (giuro!) e poi perché ho scoperto proprio un bel blog!
      complimenti!
      buona giornata!

      RispondiElimina
    4. non conoscevo questa ricetta, devono essere molto golosi di sicuro, l'ideale per coccolarsi sin dalla mattina! un bacione

      RispondiElimina
    5. Ho gia visto questa ricetta ma non l'ho mai fatta , la tua è venuta cosi bene e sono molto invitante!

      RispondiElimina
    6. segno immediatamente questa bontà!!! complimenti!!

      RispondiElimina
    7. non conoscevo questa ricetta ma mi piace molto e sembra proprio l'ideale da gustare in tutta calma la domenica mattina
      un bacione
      fra

      RispondiElimina
    8. Buoni.......e io li conosco bene i buchtel,vivendo in Germania !Buonissima ricetta,complimenti!

      RispondiElimina
    9. Pane caldo, burro freschissimo e dolce zucchero, semplice, tradizionale e squisito. Credo che ormai i bambini, abituati a yo- yo e kinder pinguì non sappiano neppure di cosa stiamo parlano!! Buonissimi i tuoi sgonfiotti!!

      RispondiElimina
    10. che buoni i buchtel!!!! la pasta la trovo meravigliosa e profumatissima, complimenti cara!

      RispondiElimina
    11. anche per me la colazione è importantissima, non riesco farmi mancare mai un dolce per cominvìciare la giornata.
      Questa che hai prepaprato è una vera delizia. Complimenti.

      RispondiElimina
    12. Che bella questa ricetta...Anche leggera ;D

      RispondiElimina
    13. Questa goduria non la conoscevo...segnata è da provare al piu' presto...golosissimo e credo anche soffice.....ciaoooooo

      RispondiElimina
    14. SOLIDEA: se non li conosciamo noi ! Come si usa dire qua fa "frescheto". Ho pensato al nostro incontro e ho visto che dal 6-8 novembre c'è a Gemona del Friuli la Festa del formaggio, potremmo farci una scappata assieme, che ti pare?

      PAOLA: beh iniziare la giornata con della buona marmellata fatta in casa è sempre e comunque un buon inizio

      JULS: allora sono doppiamente contenta: ho partecipato e inconsapevolmente ho anche dato riposta ad una tua curiosità !

      MICAELA: si lo sono veramente e poi è bello usare le mani per staccarli delicatamente

      MARY: grazie mille

      FEDERICA: grazie Fede

      FRA: si è perfetta per la domenica mattina, se poi li "imposti" la sera permettono anche alla cuoca riposare un po' di più

      ANGY: immagino e in Germania avete anche tutto quel pane meraviglioso....

      EDI: belle le merende di una volta eh? Dici che tradiscono l'età?

      BETTY: grazie mille Betty

      DOLCEAMARA: grazie Lisa, allora te ne offro uno virtuale per domani mattina

      SPIGHETTA: mi pare di cogliere dell'ironia ... ci rifaremo con un'insalata a pranzo dai!!

      ALICE4161: ok, poi fammi sapere allora

      LADYCOCCA: sono contenta, mi fa sempre piacere scrivere di qualcosa che non tutti conoscono. E' molto goloso e appena fatto è una vera piumetta.

      RispondiElimina
    15. Mamma che buoni, è una pasta lievitata fantastica.
      Ciao Alessandra

      RispondiElimina
    16. Con una colazione cosi, il risveglio non puo' che essere perfetto! Quando fuori piove io me le papperei con la nutella! Baci!

      RispondiElimina
    17. Splendida idea, il 4 novembre è il mio compleanno così "festeggiamo" assieme!!! Fatta!!

      RispondiElimina
    18. Sabri che belli i ricordi della colazione. Adoro il profumo del pane che riempie prima la cucina e poi tutte le stanze; da tutto un'altro "aspetto" alla casa.
      La ricetta l'ho già segnata e la farò quanto prima.
      Grazie.
      Alberto

      RispondiElimina
    19. Tutti dolci particolari..complimenti!!

      RispondiElimina

    Blog Widget by LinkWithin

    Copyright Tutti i Diritti Riservati

    Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
    QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

    Like on Facebook

    Instagram