Antipasti

Il mio regalo per voi: 10 idee dolci e salate per le prossime festività

domenica, dicembre 20, 2009


Le feste sono alle porte e nelle cucine inizia il fermento prefestivo. Da chi si va a pranzo a Natale? Venite voi da me? Ci troviamo tutti dalla mamma e ognuno porta qualcosa, insomma ogni famiglia ha le sue tradizioni e abitudini.
Quest'anno per noi una novità, una scelta inaspettata: andiamo via a Natale. Non è mai accaduto, ma complici i miei 40 anni, si è deciso per un viaggio. Anche se non sto più nella pelle dall'impazienza, non voglio parlarvi di questo, ma del fatto che per un po' non ci saranno aggiornamenti sul blog: ciononostante non volevo lasciarvi così. Piuttosto che programmare post per il prossimo periodo, ho preferito preparare con qualcosa di un po' più ricco e, spero, utile da leggere in vista di pranzi e cenette.


Da aprile siete passati in 39.000 e per me è stata una grande gioia. Ho conosciuto persone veramente carine e piene di idee meravigliose, ma so che ve ne sono molte altre che mi seguono in silenzio, a voi tutti auguro delle feste serene e spero che anche l'anno prossimo si possa stare ancora insieme anche solo "virtualmente".
Auguri a tutti e un abbraccio!

Sawasdee !(piccolo indizio sulla destinazione di viaggio ;-))) )

Le 10 idee:
  1. Tartellette al salmone con rafano e aneto - dal libro " Delizie al forno"
  2. Tartellette ai carciofi e pancetta - dal libro "Delizie al forno"
  3. Muffin alla polpa di granchio e formaggio cremoso - dal libro "Delizie al forno"
  4. Tartellette al formaggio erborinato - dal libro " Delizie al forno"
  5. Bicchierini al formaggio con bastoncini alle mandorle e pistacchi
  6. Biscotti salati al curry - dal libro "Delizie al forno"
  7. Tegoline di panettone e bavarese di yogurt agli agrumi
  8. Tartufi al cioccolato e caramello al burro salato di Pierre Hermé - trovati da Lucia
  9. Stelline di Linz
  10. Bicchierini di bavarese allo yogurt e melagrana



6 Idee Salate


1.Tartellette al salmone con rafano e aneto

Ingredienti per 24 tartellette da 6 cm di diametro o 12 pezzi da 12 cm
1 dose di impasto* oppure 350 gr di pasta brisée
250 ml di panna
2 cucchiaini di rafano in crema o fresco (se fresco partite da un
cucchiaino e poi eventualmente aggiungetene in seguito)
2 cucchiaini di capperi tritati
3 tuorli
300 gr di salmone affumicato tagliato al coltello
sale
pepe


Foderate con la pasta 24 stampini da tartelletta precedentemente imburrati, coprite ciascun stampino con un pezzetto di carta forno, riempitelo con dei fagioli secchi o del riso e metteteli in frigorifero per 30 minuti.
Cuocete le tartellette a 180° per 10 minuti, una volta cotte,toglietele dal forno, eliminate la carta e i fagioli.
Mescolate la panna, con il rafano, i capperi, salate e pepate. Unite i tuorli, il salmone e l'aneto e mescolate.
Suddividete il composto nelle formine e cuocete per 10 minuti circa. Lasciate raffreddare per 5 minuti prima di servire.



2.Tartellette ai carciofi e pancetta


Ingredienti per 24 tartellette da 6 cm di diametro
1 dose di impasto* oppure 350 gr di pasta brisée
1 cipolla stufata
400 gr di carciofi a spicchi
4 cucchiai di panna
6 fette di pancetta
80 gr di formaggio a dadini (es.Montasio)
4 cucchiai di grana a scaglie
sale , pepe , olio extravergine di oliva


Foderate con la pasta 24 stampini da tartelletta precedentemente imburrati, coprite ciascun stampino con un pezzetto di carta forno, riempitelo con dei fagioli secchi o del riso e metteteli in frigorifero per 30 minuti.
Cuocete le tartellette a 180° per 10 minuti, una volta cotte,toglietele dal forno, eliminate la carta e i fagioli. Tagliate i carciofi a spicchi e metteteli in ammollo in acqua e limone. Saltateli in una padella con un po' d'olio fateli rosolare brevemente, salate, pepate, aggiungete un po' d'acqua e stufateli a fuoco dolce, fino a che a che saranno cotti.
Frullate 2 cucchiaiate di carciofi con la panna e distribuite sul fondo delle tartellette, completate uno spicchio di carciofo, un dadino di formaggio e qualche pezzetto di pancetta. Cuocete a 180° per 10 minuti circa. Guarnite con qualche scaglia di grana
.



3. Muffin alla polpa di granchio e formaggio cremoso


Ingredienti per 12 muffins
1 cucchiaio di olio di semi
280 gr di farina
1 cucchiaino e ½ di lievito in polvere
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
½ cucchiaino di sale
1 uovo
150 ml di yogurt
150 ml di panna
25 gr di parmigiano
2 cucchiai di prezzemolo tritato , 1 cucchiaino di aneto
Farcitura
200 gr di polpa di granchio
225 gr di formaggio cremoso (io ho usato il Philadelphia)
2 cucchiai di maionese

Scaldate il forno a 180° e riempite uno stampo da muffin con 12 pirottini. Setacciate gli ingredienti secchi: farina, lievito, sale e bicarbonato.
In un'altra ciotola sbattete le uova, la panna, lo yogurt, il formaggio e le erbe.
Unite il composto liquido a quello secco e mescolate, l'impasto dovrà essere amalgamato, ma ancora un po' grumoso.
Distribuite negli stampini per ¾ circa e infornate per 20 minuti circa.
Mescolate gli ingredienti per il ripieno, coprite e tenete al fresco.
Una volta che i muffin saranno cotti, sfornateli e fateli raffreddare completamente, tagliateli quindi a metà e farcite con il composto di pesce.
Se non gradite il granchio potete sostituirlo con 100- 150 gr di salmone affumicato tritato fine.



4. Tartellette al formaggio erborinato


Ingredienti per 24 tartellette da 6 cm di diametro
1 dose di impasto* oppure 350 gr di pasta brisée
2 cucchiai di burro
1 porro tritato fine
200 ml di panna
200 gr di formaggio erborinato
sale
pepe
2 tuorli d'uovo
qualche cucchiaio di prezzemolo tritato (a piacere)

Foderate con la pasta 24 stampini da tartelletta precedentemente imburrati, coprite ciascun stampino con un pezzetto di carta forno, riempitelo con dei fagioli secchi o del riso e metteteli in frigorifero per 30 minuti.
Cuocete le tartellette a 180° per 10 minuti, una volta cotte,toglietele dal forno, eliminate la carta e i fagioli.
In un tegame fate fondere il burro e soffriggetevi il porro. Togliete dal fuoco, unite 2 cucchiai di panna e sbriciolatevi il formaggio. Mescolate bene, salate, pepate.
Scaldate la panna rimasta, togliete dal fuoco, unite i tuorli, il composto di formaggio, mescolate e versatelo nelle tartellette.
Cuocete in forno a 180° per 10 minuti, poi ruotatele e cuocetele per ulteriori 5 minuti.
Toglietele dal forno, fatele raffreddare per 5 minuti, quindi sformatele e, se vi piace, cospargetele con un po' di prezzemolo tritato.


5. Bicchierini al formaggio con bastoncini alle mandorle e pistacchi


Ingredienti per 5 persone
Per i bastoncini
50 gr di farina
50 gr di burro
1 cucchiaio di acqua
1/2 cucchiaio di mandorle tritate
1/2 cucchiaio di pistacchi + ½ per decorare la crema di formaggio
sale
un pizzico di zucchero
Per la crema al formaggio
200 ricotta
200 robiola
sale
pepe


Impastate velocemente tutti gli ingredienti, formate una palla liscia e poi fate riposare la pasta in frigorifero per mezz'ora almeno coperto da una pellicola trasparente.
Stendete una sfoglia lunga circa 18 cm x 20 cm dalla quale ricaverete 10 strisce che andrete poi ad attorcigliare. Evitate di fare delle strisce più lunghe, perché essendo piuttosto friabili rischierebbero di rompersi una volta cotte. Cuocete in forno a 180° fino a che risulteranno dorate. Nel frattempo mescolate la ricotta con la robiola fino ad ottenere una crema omogenea, salate e pepate e distribuite in 5 bicchierini o piccole ciotoline. Aspettate che i bastoncini siano ben freddi e servite ciascun bicchierino di crema al formaggio decorato con un po' di trito di pistacchio e 2 salatini.


6. Biscotti salati al curry



Ingredienti per circa 20 biscotti rettangolari
100 gr di farina
100 gr di burro
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di curry
100 gr di formaggio edammer grattugiato
100 gr di grana grattugiato


Imburrate 2 teglie da forno.
Setacciate la farina e il sale in una terrina, unite il curry e il formaggio amalgamate il burro fino ad ottenere un composto morbido. Tendete l'impasto in una sfoglia sottile e ritagliate i biscotti, disponeteli sulla teglia e cuocete per 10-15 minuti a 180°.
Lasciateli raffreddare e serviteli come aperitivo.


NOTE: * Impasto per pasta brisée
250 gr di farina
un pizzico di sale
150 gr di burro freddo a dadini
acqua fredda circa 100 ml

Passate al mixer la farina, setacciata con il sale,insieme al burro freddo, a dadini, fino ad ottenere un composto granuloso, aggiungete quindi l'acqua fredda sufficiente a legare il tutto. Ricoprite la sfera ottenuta con della pellicola trasparente e spostate in frigorifero per 40 minuti circa. Se dovesse avanzare si conserverà, sigillata in frigorifero, per qualche giorno.



4 Idee Dolci


7. Tegoline di panettone e bavarese di yogurt agli agrumi



Ingredienti per 4 persone
2 fette di panettone rettangolari dalle quali ricavare 12 rettangolini di cm 5x cm4
250 gr di yogurt bianco intero
150 ml di latte
2 cucchiai di zucchero
8 gr di gelatina in fogli


Mettete i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda. Scaldate in un pentolino il latte con lo zucchero. Togliete dal fuoco e aggiungete la gelatina strizzata e fatela sciogliere nel latte caldo.
Lasciate intiepidire e successivamente aggiungete lo yogurt amalgamando con cura. Versate il composto in un piccolo stampino rettangolare e fate solidificare. Una volta che il composto sarà ben sodo, sformatelo e tagliatelo a fette non troppo sottili, calcolandone 3 per ogni commensale. Ricavate dal panettone dei rettangolini di cm 5 x cm 4 e fateli tostare brevemente.
Preparate i piatti, iniziando con una base di panettone, cui sovrapporrete un rettangolino di bavarese, quindi ancora uno strato di panettone, poi uno di bavarese e completate con un'ultima fettina di panettone.
Cospargete di zucchero a velo e servite magari aggiungendo in cima qualche strisciolina di buccia di arancia.



8. Tartufi al cioccolato e caramello al burro salato di Pierre Hermé


Questa ricetta l'ho trovata qui da Lucia, a me è piaciuta veramente molto, eccola riportata paro, paro.

Ingredienti per 50 tartufi circa
330 g di cioccolato al 70% di cacao
180 g di cioccolato al latte
250 g di cacao in polvere
190 g di zucchero
40 g di burro salato (io ho usato del burro normale cui ho aggiunto un pizzico di sale)
260 g di panna da montare


Dice Lucia: "Fate sciogliere 190 g di zucchero in una casseruola fino a che il caramello non sarà troppo scuro. Aggiungete fuori dal fuoco 40 g di burro, mescolate, poi la panna che avrete fatto bollire a parte. Mescolate nuovamente e lasciate prendere il bollore, poi spegnete."

"Spezzettate i due tipi di cioccolato, metteteli in una terrina e versateci sopra il caramello alla panna, mescolando molto bene. Versate la crema in un recipiente rettangolare coperto da carta da forno e lasciatela riposare almeno due ore in frigo."
"Passato questo tempo, toglietela dal recipiente e tagliate dei quadratini di 3 cm di lato aiutandovi con un coltello cui avrete scaldato la lama. Formate nell’incavo della mano delle palline. Per evitare che il cioccolato fonda lavorandolo, potete cospargere le mani di zucchero al velo."
"A mano a mano che avete confezionato i tartufi, riponeteli in frigo ricoperti da pellicola trasparente. Quando saranno di nuovo freddi, rotolarli nel cacao, scrollandoli leggermente per toglierne l’eccedenza.
Rimetteteli in frigorifero fino ad una ventina di minuti prima di gustarli."


NOTA personale: ho avuto un po' di difficoltà ad ottenere delle palline, dai quadratini. Se dovessi rifarli , probabilmente, agirei come al solito, quindi metterei tutto il composto in una ciotola, per poi prenderne delle piccole quantità con un cucchiaino.


9. “Stelline di Linz”


Impasto 24 biscotti circa
80 gr di mandorle tritate
100 gr di farina
80 gr di burro
80 gr di zucchero
un pizzico di cannella
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
Per la finitura
zucchero a velo
marmellata di lamponi


Impastare velocemente tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia che coprirete con della pellicola trasparente e farete riposare al fresco per 30 minuti circa.
Spianate sul piano di lavoro una sfoglia di 2 cm circa e ritagliate delle stelline con uno stampino.
Sistemate le stelline su una teglia ricoperta da carta forno e formate in ciascuna un piccolo avvallamento al centro, aiutandovi con il retro di un mestolo di legno.
Cuocete a 180° per 15 minuti circa, o comunque fino a che i biscotti avranno assunto un colore dorato.
Sfornate i biscotti, lasciateli raffreddare, cospargeteli con zucchero a velo e riempiteli con la marmellata (magari fatela intiepidire brevemente, affinché diventi più “gestibile”).
Se in cottura il biscotto dovesse gonfiarsi e il buco dovesse chiudersi un po', potete segnarlo nuovamente con il retro del mestolo, non appena sfornato, quando è ancora caldo.



10. Bicchierini di bavarese allo yogurt e melagrana

Ingredienti per 4 persone
250 gr di yogurt bianco intero
150 ml di latte
2 cucchiai di zucchero
8 gr di gelatina in fogli
Per decorare
4 cucchiaiate di lamponi ( anche surgelati)
2 cucchiai di zucchero
1 melagrana piccola

Mettete i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda. Scaldate in un pentolino il latte con lo zucchero. Togliete dal fuoco e aggiungete la gelatina strizzata e fatela sciogliere nel latte caldo.
Lasciate intiepidire e successivamente aggiungete lo yogurt amalgamando con cura.
Versate il composto ottenuto in 4 bicchierini e fate rapprendere in frigorifero. Una volta che il composto si è rassodato (ci vorranno almeno 3 ore) frullate i lamponi con un paio di cucchiai di zucchero e distribuite la purea sulla superficie dei bicchierini. Finite di decorare con i chicchi di melagrana e tenete in frigorifero fino al momento del servizio.

Potete preparare i bicchierini anche un giorno in anticipo, avendo l'accortezza di coprirli con della pellicola trasparente e completare con la decorazione all'ultimo momento.









Antipasti

Rösti di patate con palline di formaggio

domenica, dicembre 13, 2009


Oggi vi scrivo di un piatto molto semplice, con ingredienti "normali", che ciascuno di noi può avere in casa.
So, che non è il piatto del secolo, ma ne esce comunque qualcosa di buono e carino per un antipasto un po' diverso. La base di questo piatto sono dei "rostini" di patate già usati per questa ricetta in cui venivano abbinati al salmone affumicato; in questo caso si accompagnano a delle semplici sferette di formaggio fresco, arrichite con erba cipollina e semi di sesamo.

Rösti di patate con palline di formaggio

Ingredienti per 4 persone:

Per i Rösti
500 gr di patate
2 cucchiai di erba cipollina fresca, tritata
50 gr di burro fuso
sale
pepe nero macinato
50 ml d’olio

Per le palline al formaggio
200 g di formaggio fresco (io ho usato quello di capra)
erba cipolina
semi di sesamo
sale
pepe




Riscaldate il forno a 150°. Grattugiate le patate con una grattugia a fori larghi e strizzatele in un telo di cotone affinché buttino l’acqua in eccesso. Mettete le patate in una ciotola con il sale, l’erba cipollina, il pepe e il burro fuso. Mescolate. Scaldate un po’ d’olio in una padella e versate un cucchiaio e mezzo di composto per ciascun tortino, appiattite con il cucchiaio e cuocete da entrambi i lati, fino a che assumono una bella colorazione. Con questo quantitativo di patate dovreste ottenerne 8. Fate asciugare sulla carta forno e poi mettete al caldo nel forno finché finite di preparare tutti i tortini.

Nel frattempo preparate le sferette di formaggio: lavorate il formaggio con una forchetta, aggiustate di sale e pepe e create 8 palline.
Passate 4 palline in un piatto nel quale avrete messo dell'erba cipollina tritata in modo da foderarle completamente.
Le altre 4, invece, andranno ripassate nel sesamo fatto saltare brevemente in un padellino antiaderente.
Mettete due tortini su ciascun piatto e completate con due sferette al formaggio.

Bill Granger

I french toast salati ... del solito B. Granger

mercoledì, dicembre 09, 2009


Diciamolo: qualche volta non si ha proprio voglia di cucinare. Non so a voi, ma nel mio caso la voglia di fare è inversamente proporzionale al desiderio di mangiare qualche schifezza. Quella di oggi è una di quelle "schifezze": un french toast in versione salata, da mangiare con le mani, ricco di formaggio filante, prosciutto cotto e con una velo di senape che gli dà un sapore veramente unico.
Voi direte, ma che mi mette la ricetta di un toast? ;-))
Sì, ma vi posso assicurare che del toast rimane solo un lontano parente: il passaggio nell'uovo e il salto in padella lo rendono qualcosa di divino, e perfetto per una di quelle serate in cui, finalmente, si guadagna tardi il ritorno nelle nostre case e si lascia fuori tutta la follia prenatalizia.


French toast al prosciutto, formaggio e senape


Ingredienti per 4 persone per un brunch o
2 persone per cena

4 uova
185 ml di latte
8 fette di pane in cassetta
4 cucchiaini di senape di Digione
4 fette di prosciutto cotto (io utilizzo il Praga)
8 fette di edammer tagliato a macchina
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale
pepe



Scaldate il forno a 180°
Sbattete in una ciotola le uova, con il latte, sale e pepe. Spalmate la senape su 4 fette di pane, sovrapponete 1 fetta di formaggio, poi il prosciutto e di nuovo il formaggio. Coprite con le altre fette di pane, distribuite i panini in un piatto piano e coprite con il composto di uova. Fate riposare per qualche minuto e rigiratele una volta. Scaldate un mezzo cucchiaio d'olio in una padella antiaderente, quindi cuocete 2 toast, facendoli rosolate un minuto per lato. Toglieteli dallla padella e appoggiateli su una teglia da forno. Cuocete i due toast rimanenti utlizzando l'olio rimasto. A questo punto mettete tutti e 4 i toast in forno per 10 minuti circa, fino a che si gonfieranno un po' e risulteranno ben cotti.

Un'alternativa al prosciutto: zucchina grigliata e formaggio brie.








Secondi piatti: base carne

Costine di maiale caramellate al miele

giovedì, dicembre 03, 2009



Se non ricordo male, ricetta di Nigella, vista un po' di anni fa in tv e poi ritoccata, nel tempo, secondo i nostri gusti familiari.
Il risultato è una carne morbida, e "goduriosissima". La marinatura la rende veramente molto saporita e poi il miele tende a creare una crosticina buonissima .
E' una preparazione ottima, perchè si può preparare senza necessità di sorvergliarla troppo, basta ricordarsi di preparare la marinata in anticipo.


Costine di maiale caramellate al miele


Ingredienti per 4 persone

1,5 kg di costine di maiale

Per la marinata:
1 cipolla grande
1 peperoncino rosso fresco tritato fine
2 limoni
2 cucchiai di olio di arachidi
3-4 cucchiai di salsa di soia
1 rametto rosmarino
200 gr. di miele
pepe
bianco
sale
un po' di prezzemolo tritato per decorare (facoltativo)



Tagliate la cipolla a pezzetti non troppo piccoli, sistemate tutti gli ingredienti (meno il miele) in un sacchetto da freezer, riponete all’interno le costine e finite cospargendole con il miele.
Massaggiate la carne per far aderire bene gli ingredienti e fate marinare per almeno mezz’ora in frigorifero, ma generelmente io le metto a marinare la sera per il pranzo del giorno dopo, e trovo che il sapore ne guadagni.
Scaldate il forno a 180°, trasferite tutto il contenuto del sacchetto in una pirofila, coprite con un foglio di alluminio e infornate per 45 minuti.
Trascorsi i 45 minuti, togliete l’alluminio, rigirate le costine e continuate la cottura fino a che la carne risulterà croccante e caramellata uniformemente.
Cospargete con un po' di prezzemolo tritato e servite.
NOTE: d'estate mi piace aggiungere qualche peperone verde tagliato a pezzetti



Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram