Insalata di carciofi e finocchi con germogli misti

mercoledì, marzo 24, 2010


Ho ceduto anch'io, e finalmente mi sono data ai germogli. Da tanto, tantissimo tempo, avevo in mente di riutilizzare i vecchi contenitori di plastica delle verdure, poiché da più parti in rete, veniva assicurato un bel risultato.

Il germogliatore a casa nostra manca e, francamente, credo di poterne fare a meno. Mi conosco, non sarò mai una che i germogli li consuma con regolarità, quindi mi son detta "perché non provare con il riciclo delle confezioni di verdura del super, al massimo avrò buttato qualche seme".

Mi sono diretta in un negozio bio e sono uscita con una bustina mista di semi di rafano, lenticchia e fagiolo mungo. L'impresa ha avuto successo: in 6 giorni ho avuto il mio raccolto, che ho tramutato in un'insalata. Le verdure vengono saltate in padella e mescolate, una volta fredde, con i germogli, ottenendo un piatto dalle consistenze veramente particolari.

La ricetta utilizzata per servire i miei germogli l'ho trovata su questo libro che, oltre ad offrire dei suggerimenti sul consumo, fornisce anche molte informazioni sulla coltivazione e le proprietà dei diversi semi.

Ovviamente mio marito non ha mancato di farmi notare che era possibile acquistare, ad un prezzo contenuto, i germogli belli e pronti, ma dico io: vuoi mettere la soddisfazione????


Insalata di carciofi e finocchi con germogli


Ingredienti per 4 persone

carciofi
4
finocchio 1
cipolla 1
peperoncino 1
germogli misti 80 gr (io ho utilizzato un misto di lenticchia, rafano e fagiolo mungo)
olive nere 50 gr
succo di 2 limoni
olio extra vergine di oliva 3 cucchiai
sale

Pulite i carciofi: divideteli a metà, togliete le foglie esterne più dure, eliminate la barba e infine metteteli in ammollo in acqua e il succo di 1 limone.
Eliminate le foglie esterne del finocchio, tagliatelo in 4 parti e poi a fette sottili. Affettate la cipolla e scolate i carciofi.
Scaldate l'olio in una padella e fate saltare le verdure a fuoco medio per circa 10 minuti.

Le verdure dovranno essere cotte, ma ancora croccanti. Trasferitele in una insalatiera e fatele raffreddare.
Aggiungete i germogli puliti, le olive senza nocciolo, affettate e condite con sale e il succo del limone.Servite subito.
Se volete preparare l'insalata in anticipo, cuocete prima le verdure e assemblate e condite solo all'ultimo momento.



ALCUNE NOTE SULLA GERMINAZIONE:

PER INIZIARE: 3 contenitori di plastica utilizzati dai supermercati per la vendita delle verdure, 1 bustina di semi per germinazione che si trovano nei negozi bio (circa 1,40-1,70 euro)
Preparazione delle vaschette – Una vaschetta serve da base. Sulla seconda vengono praticati dei piccoli fori necessari perché l'acqua di irrigazione possa defluire tranquillamente e viene posta sopra la prima. L'ultima verrà capovolta e servirà a creare un effetto serra.
Un cucchiaio e mezzo di semi dovrebbe essere sufficiente a coprire la vaschetta

PRIMA FASE: PREGERMINAZIONE – Questa fase va fatta per ogni tipo di seme e consiste nel mettere a bagno per 12 ore i semi. Devono venir coperti dall’acqua (io ho usato una tazza).

GERMINAZIONE - Prendete i semi, sciacquateli e disponeteli in un unico strato sulla vaschetta forata, ponete la seconda vaschetta sopra la prima, bagnate uniformemente con un bicchiere d'acqua e usate l'ultima vaschetta come coperchio.

A questo punto coprite tutto con uno strofinaccio e tenete al caldo. Io li ho lasciati in cucina.
Ricordate di bagnare i germogli 2-3 volte al giorno, d'estate fino a 3-4. I germogli devono rimanere sempre umidi, ma non devono galleggiare nell'acqua, l'acqua deve sempre drenare nella vaschetta inferiore, questa operazione è necessaria per evitare che si formino delle muffe.
L'acqua che filtra potrebbe colorarsi un po'. Non c'è da preoccuparsi, è solo il colore rilasciato dai semi.
Dal terzo giorno, togliere lo strofinaccio e far passare la luce.
Dopo 6 giorni: la raccolta.
Da 1 cucchiaio e ½ di semi ho ottenuto 100 gr di germogli misti. Una bustina dovrebbe bastare per 3 raccolti circa.
Ovviamente è possibile anche impilare più contenitori per una semina più abbondante, dipende dalle vostre esigenze e consumo.
I germogli si conservano in frigorifero per 10 giorni circa, ma ovviamente sarebbe meglio consumarli in un lasso di tempo più contenuto.




You Might Also Like

8 colazioni a letto

  1. Finalmente un'insalata insolita e diversa da quelle che siamo abituate! Mi piace!

    RispondiElimina
  2. Ma questa cosa dei germogli è carinissima!!! non avevo mai pensato che le scatole di plastica potessero essere usate come piccola serra. E' geniale. Ma secondo te ci si possono fare anche i germogli di soia?
    E questa insalatina deve essere proprio gustosa.

    RispondiElimina
  3. BARBARA: grazie. A noi è piaciuta veramente molto.

    ELENUCCIA: Le scatole di plastica per coltivare queste robine qua sono perfette. Per i germogli di soia, si certo, anzi io volevo iniziare con quelli, ma il negozio li aveva finiti :-(

    RispondiElimina
  4. Anche io son stata tentata spesso dal germogliare... veder quest abella insalata mi ritenta!
    brava e buona quest'idea fresca e sana!

    RispondiElimina
  5. belle e buone queste insalate fresche primaverili :)e bella sta cosa dei germogli. Sfigata come sono con certe piantine mi sa che i semini annegano e basta con me :(.
    Ciao Sabri!!

    RispondiElimina
  6. Li ho fatti l'anno scorso, una gioia vederli crescere ogni giorno! Ciao!

    RispondiElimina
  7. TERRY: or sono sotto con i rapanelli, vedremo ...

    DOLCEAMARA: ma dai, se ci dai con tromboni e giacinti,non avrai problemi con i germogli. Ciao Lisa

    ACCANTOALCAMINO: si è proprio bello, anche Camilla ne era entusiasta. baci

    RispondiElimina
  8. Questa cosa dei germogli è strepitosa. Mi fa tornare in mente gli esperimenti che facevo da bambino. Bene. E' ora di riprovare. Bellissima insalata!
    Ciao
    Sergio

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram