Piatti "di famiglia"

Lubjanska - Carne impanata farcita della Ex Yugoslavia

venerdì, febbraio 26, 2010


Oggi Lubjanska, ricetta robusta e di soddisfazione, tipica delle vicine Slovenia e Croazia. Nello specifico si tratta di una versione più saporita del cordon bleu.
Questo tipo di preparazione si caratterizza per le dimensioni, veramente mostruose: una doppia fettina di carne, solitamente di maiale, grande almeno 2-3 palmi, farcita con prosciutto crudo e formaggio, impanata e fritta. In pratica una roba da stendere chiunque, ma vi posso assicurare che è veramente irresistibile.
Di tanto in tanto le preparo a casa: ho un debole per quel formaggio filante che si cela all'interno, e l'aroma che il prosciutto crudo conferisce al piatto.
Io utilizzo una fettina di lonza a persona battuta bene e ripiegata, ma la versione originale prevederebbe due fettine a persona: sulle quantità vedete voi.

Lubjanska
Ingredienti per 4 persone
fettine di maiale battute sottili 8
prosciutto crudo 4 fettine
edammer o fontina 4 fettine
farina
uovo 1
latte qualche cucchiaio
pane grattugiato
sale
pepe
olio per frittura (arachide o quello che più preferite)

Battete le fettine di carne e appiattitele per bene, salate e pepate. Adagiate su quattro di queste una fetta di prosciutto e una di formaggio, e coprite con le rimanenti 4 fette di carne. Infarinatele pressando bene i bordi, passatele nell'uovo sbattuto con un po' di latte e sale, e da ultimo copritele con il pane grattugiato.
Scaldate l'olio in una larga padella, e friggete la carne da entrambi i lati, fino a quando risulterà dorata. Fate perdere l'unto in eccesso su della carta assorbente e servite ben caldo.

Colazione - Merenda

Torta morbida alla ricotta con mousse di mela - Apfel-Käsekuchen

lunedì, febbraio 22, 2010



Ricorda una cheesecake questa torta di ricotta di origine germanica, ma si differenzia dalla cugina anglosassone per la mancanza della base "secca".

Il risultato è un dolce compatto, ma morbido al tempo stesso, arricchito dalla presenza delle mele.

E' una torta che dà il meglio di sé quando è fredda, e sebbene io l'abbia servita liscia, penso che un ciuffetto di panna montata potrebbe starci bene, magari accompagnandola ad una buona tazza di tè.

Torta morbida alla ricotta con mousse di mele

Ingredienti (per uno stampo da 23 cm di diametro )

zucchero
100 gr + 2 cucchiai
zucchero vanigliato 1 bustina
burro morbido 50 gr
uova 2
ricotta 750 gr
busta di budino alla vaniglia 1
mele golden 500 gr
succo di 1 limone



Tagliate le mele in piccoli pezzi, dopo averle sbucciate e private di semi e torsolo. Ponete le mele in una casseruola, cospargetele con il succo del limone e cuocetele, coperte, a fuoco medio per 10-15 minuti o comunque fino a quando la frutta sarà morbida.
Alla fine aggiungete 2 cucchiai di zucchero, mescolate e lasciate raffreddare completamente il composto.

Montate in una ciotola con delle fruste elettriche le uova con lo zucchero e la bustina di zucchero vanigliato; quando il composto risulterà ben gonfio, aggiungete il burro ammorbidito e successivamente la ricotta.

Frullate la frutta ormai fredda fino ad ottenere una purea fine, aggiungete la polvere di budino aiutandovi con le fruste elettriche. Amalgamate il composto di frutta con quello di ricotta, e travasatelo in uno stampo da 23 cm di diametro precedentemente imburrato.
Cuocete a 180° per 60 minuti, lasciate poi riposare nel forno spento e lasciato socchiuso per altri 30 minuti.

Servite la torta fredda.

Antipasti

Terrina di zucca e yogurt and "Happy Valentine"

venerdì, febbraio 12, 2010



L'idea di questa terrina nasce dall'esigenza di utilizzare un piccolo pezzetto di zucca rimasto in frigorifero. Volevo farne qualcosa di diverso, una terrina appunto, ma volevo anche qualcosa di leggero, non volevo aggiungerci panna o formaggi.

Il procedimento è piuttosto semplice e sono contenta del risultato. Io l'ho preparata con lo yogurt perchè volevo rimanere sul leggero, ma nulla vieta di sostituirlo con della panna fresca da cucina se si preferisce qualcosa di più nutriente e dal gusto più "dolce".

Si può utilizzare come antipasto ed è comoda, perchè potete prepararla in anticipo.



Terrina di zucca e yogurt

Ingredienti per 4 persone (stampo da plumcake da cm 15 x cm 8)

zucca senza buccia tagliata a pezzetti 150 gr
cipolla gialla 1/2
yogurt bianco naturale denso 250 gr (meglio il tipo greco o in alternativa panna fresca da cucina)
fogli di gelatina 8 gr
fette di speck tritate fini 2
sale
pepe
olio extravergine di oliva


In un tegame scaldate un cucchiaio d'olio e stufate la zucca con la cipolla tritata, aggiungendo al caso qualche cucchiaio d'acqua. Quanto la verdura è cotta riducetela in purea.

Mettete la gelatina in ammollo in acqua fredda per circa 5 minuti e quando si è ammorbidita, strizzatela per bene.

In un pentolino mettete qualche cucchiaio di yogurt, scaldatelo, aggiungete la gelatina e fatela sciogliere.
Aggiungete la gelatina sciolta alla purea di zucca ancora calda, quindi unite il resto dello yogurt, salate pepate e completate con i pezzetti di speck tagliati fini.

Rivestite uno stampino con della pellicola trasparente, versate il composto e fate raffreddare in frigorifero per almeno 4 ore, fino a che si sarà rappreso. Potete benissimo prepararlo la sera per l'indomani.

Se vi piace decorate con dei semi di zucca e servite con crostini.


NOTE:

se avete il microonde potete sciogliere la gelatina in un bicchiere per pochi secondi a 600W , omettendo così il passaggio del pentolino.

Colazione - Merenda

Festeggiamo il Carnevale con le "Fritole de ricotta"

martedì, febbraio 09, 2010


Nel periodo di Carnevale a casa nostra, oltre alle classiche chiacchiere chiamate a Trieste “crostoli”, non mancano mai le “fritole de ricotta”.
Me le preparava sempre la mia mamma, quando si viveva ancora assieme, e anch'io nella mia famiglia porto avanti la tradizione.
Queste "fritole" mi piacciono perché sono molto veloci da preparare e hanno un sapore ottimo. Sono morbide, e l'aggiunta della grappa toglie, totalmente, qualsiasi untuosità.


Fritole di ricotta

Ingredienti per 40 fritole circa


ricotta 500 gr
zucchero 150 gr
uova medie 3
lievito in polvere ½ bustina
pinoli 50 gr
uvetta 50 gr
grappa ½ bicchiere
farina 250 gr
zucchero a velo per spolverizzare
olio di arachide (o quello che più vi piace) per la frittura

In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero aiutandovi, se preferite, con delle fruste elettriche. Il composto dovrà risultare spumoso: unite la farina, la ricotta, un cucchiaio di grappa e aggiungete i pinoli e l'uva passa fatta rinvenire nella grappa.
Scaldate in una padella l'olio per la frittura (sarà caldo quando mettendo un piccolo pezzetto di pane inizierà a friggere). Con l'aiuto di un cucchiaino da caffè create delle palline che farete scivolare nell'olio bollente aiutandovi con la punta di un altro cucchiaino. Giratele spesso con un mestolo forato per permettere una cottura uniforme, quindi scolatele su una carta assorbente.
Lasciatele riposare qualche istante prima di consumarle cosparse di zucchero a velo.

NOTE:

  • Fate attenzione, se le "fritole" dovessero colorarsi molto velocemente abbassate la fiamma, altrimenti rischiate che non cuociano a sufficienza all'interno.
  • La grappa è fondamentale, evapora e non lascia alcun sapore, ma evita che le fritole si inzuppino d'olio.
  • Come tutti i dolci fritti è preferibile consumarle in giornata.
  • Non preoccupatevi troppo per la forma, in cottura le "fritole" gonfieranno e assumeranno una bella forma sferica.
  • I pinoli e l'uvetta non sono indispensabili, ma se vi piacciono entrambi, usateli: il gusto ne guadagna.


Cucina leggera

Pasta con ricotta al forno, pomodori e spinacini

venerdì, febbraio 05, 2010


Una compagna di classe delle superiori, reincontrata dopo tanto tempo su facebook, mi ha chiesto qualche post un po' più light rispetto agli ultimi biscotti. In verità, con l'avvicinarsi del Carnevale, qualche ode al fritto vorrei farla, quindi cercherò di creare almeno una certa alternanza!

Non è poi molto difficile trovare qualcosa di più leggero di quelle bianche "bombette" caloriche dell'altro giorno: mi auguro che questo la soddisfi ... sono sempre carboidrati, ma con le verdurine e la ricotta (formaggio magro per eccellenza ).
Un bel piatto completo e veloce.

Pasta con ricotta al forno, pomodori e spinacini

Ingredienti per 4 persone

pasta corta gr 320
pomodorini 500 gr
cipolla meglio se rossa 1
spinacini 100 gr
ricotta 300 gr
sale
pepe
origano
olio extravergine d'oliva
parmigiano reggiano

Riscaldate il forno a 180°. Mettete i pomodorini, la cipolla affettata e l'origano in una teglia, e conditeli con un po' d'olio. In una ciotola mescolate circa 200 gr di ricotta con un po' d'olio, sale e pep, e trasferite il composto in una piccola pirofila monoporzione adatta al forno, livellate per bene e infornate le verdure e ricotta per 20-25 minuti.

Nel frattempo pulite gli spinacini e cuocete la pasta.
In una ciotola stemperate la ricotta rimasta con un po' di acqua di cottura fino a ridurla in crema. Prendete la ricotta cotta al forno, lasciatela intiepidire brevemente, sformatela, quindi tagliatela a cubetti .

Versate la pasta nella ciotola, aggiungete i pomodori appassiti, gli spinacini, mescolate, aggiungete la ricotta a cubetti, mescolate ancora, alla fine, se vi piace, cospargete con il parmigiano grattugiato e finite con un giro di pepe.

Biscotti

Biscotti al cocco e cioccolato bianco di Donna Hay

lunedì, febbraio 01, 2010


Qualche settimana fa io e la Cami siamo state invitate alla festa di compleanno della piccola Eva, figlia di una mia amica di vecchia data.

Visto che non ci si poteva andare a mani vuote, abbiamo optato per dei biscotti, che van sempre bene e non possono "turbare" più di tanto eventuali equilibri del buffet.

Abbiamo scelto i classici biscotti con gocce di cioccolato, e questi al cocco e cioccolato bianco, ricetta di una donna che è sempre una garanzia: Donna Hay.

Questi biscottoni mi son piaciuti moltissimo: sono ottimi così, ma vi dirò che me li stavo già sognando in una versione più estiva, tuffati dentro una coppa di ottimo gelato alla vaniglia ....



Biscotti al cocco e cioccolato bianco


Ingredienti per 20 pezzi circa

burro morbido a pezzetti 125g
zucchero bianco 220g
estratto di vaniglia ½ cucchiaino
uovo 1
farina 00 300 gr
lievito chimico 1 cucchiaino
cocco essiccato grattugiato 80g
cioccolato bianco a pezzetti 100g


Preriscaldate il forno a 180 º C. Montate il burro con lo zucchero e la vaniglia fino a quando il composto diventerà bianco e spumoso. Aggiungete l'uovo, la farina setacciata con il lievito e il cocco, e mescolate fino a quando otterrete un composto morbido. Aggiungete a questo punto i pezzetti di cioccolato e distribuiteli uniformemente.
Prendete circa due cucchiaini di composto e create delle palline, appiattitele leggermente utilizzando il fondo di un bicchiere ricoperto con della pellicola trasparente e disponetele su una teglia ricoperta da carta forno. Lasciate un bel po’ di spazio tra i biscotti perché in cottura tenderanno ad allargarsi.
Cuocete per 10 minuti circa o comunque fino a quando i biscotti risulteranno dorati.
Lasciateli raffreddare su una gratella prima di servirli.

La siura Donna Hay suggerisce di valutare il livello di cottura osservando il fondo dei biscotti, sollevandoli leggermente con una paletta per poterne vedere la base. Non aspettate che risultino colorati in superficie, perché rischierebbero di cuocere troppo.

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram