lunedì 4 aprile 2011

E finalmente ... emulsione di miele e olio con salmone affumicato e crema di yogurt


Si, lo so, nel titolo si dovrebbe partire dall'ingrediente principale, quindi dal salmone, ma il vero e unico elemento di novità di questo piatto è l'emulsione di miele e olio extravergine d'oliva di cui ho sentito parlare a Identità golose (il post sull'intervento lo trovate qui ).
L'emulsione di miele ed olio è una salsina, molto versatile, che una volta assemblata diventa stabile e può essere utilizzata anche su varie pietanze come carpaccio, salumi, formaggio etc.
In estrema sintesi di tratta di montare il miele con l'olio, come fosse una maionese, quindi lentamente,e a filo. Il suo ideatore, Claudio Pregl, consiglia di usare mieli a struttura cristallina molto fine, mieli cremosi perché l'operazione riesce più complicata con i mieli liquidi.
Devo essere franca: io sono rimasta entusiasta. La salsina è veramente qualcosa di nuovo, molto morbida, quasi una crema, originale nella consistenza e nel sapore e poi, come vi dicevo, essendo preparata esclusivamente con olio e miele si conserva in cucina, a temperatura ambiente per parecchio tempo.
E' perfetta perché, pur utlizzando due elementi base della cucina, completamente naturali e senza additivi, vi permetterà di gustare qualcosa di assolutamente nuovo e insolito.


Salmone affumicato con crema di yogurt ed emulsione di miele e olio
Ingredienti per 4 persone (come antipasto):
misticanza
salmone affumicato 12 fette
mandorle a lamelle 4 cucchiai
fette di pane bianco senza crosta 4
erba cipollina qualche stelo
salsa allo yogurt 4 cucchiai (ricavata da un vasetto da 125 gr)
miele 2 cucchiai
olio exravergine di oliva

Iniziate preparando l'emulsione. Prendete un paio di cucchiaiate di miele, iniziate a versare l'olio, lentamente, a filo, e con una frusta montate il miele come se preparaste della maionese. Aggiungete altro olio, solo quando vederete che quello versato in precedenza è stato assorbito.
Lavate la misticanza e mettetela da parte. Tostate in un padellino antiaderente le mandorle, senza ulteriori grassi.
Nel frattempo versate lo yogurt su un colino, sopra il quale avrete adagiato un pezzo di stoffa bianco e fatelo riposare brevemente, affinchè perda un po' d'acqua e diventi un po' più corposo. Nel caso in cui usiate dello yogurt greco, già denso di suo, l'operazione non sarà necesaria. Una volta che lo yogurt si sarà addensato, conditelo con un po' d'olio, sale pepe e un po' di erba cipollina tritata.
Su un piatto adagiate la misticanza, coprite con le fette di salmone, cospargetele con le mandorle tostate, e conditele con l'emulsione di miele e olio. Completate il piatto con dei bastoncini di pane tostato.

16 commenti:

  1. Molto particolare questa ricetta, un'ottima alternativa per me che amo il salmone alla follia!

    RispondiElimina
  2. davvero particolare questa emulsione e sicuramente da provare, voglio provarla a preparare con vari tipi di miele in particolare agli agrumi.
    Complimenti per il blog, mi iscrivo subito così non mi perdo i prossimi post!

    RispondiElimina
  3. Questa emulsione di miele e olio mi ha molto incuriosito. Da provare!

    RispondiElimina
  4. Che piatto meraviglioso! Non ho mai fatto l'emulsione olio miele, ma uso spesso l'olio con il miele e la salsa di soia, provero` la tua versione ma non so se il miele lo consentira` perche` e` un po' liquido, qui non ci sono tante varieta` di miele come da noi. Lo yogurt scolato cosi io lo chiamo labneh. Questa ricetta mi piace molto, ma avercelo il salmone! Ciao!

    RispondiElimina
  5. Ciao Sabri!! Da provare questa emulsione, mi incuriosisce molto e complimenti per la ricetta,semplice ma raffinata.
    Buon lunedì .

    RispondiElimina
  6. Valentina: si con il salmone è perfetto, ma l'ho assaggiata anche con la "carne salada" e ci stava da Dio

    MAX: grazie Max, che bella idea, sperimenta e poi fammi sapere. A presto

    ELENUCCIA: una cosa semplice, che però ha richiesto un sacco di prove e tempo al suo ideatore. Questo si che è creare dal nulla non è vero?

    CHAMKI: Ah si certo, miele e soia io lo uso nelle marinate. Prova a vedere che ne esce con il miele che recuperi dalle tue parti. Si il labneh lo faccio anch'io, ma lo faccio riposare per 24 ore.Questa l'ho chiamata crema perché riposa solo il tempo di preparare gli altri ingredienti, quindi rimane un po' più morbida. Tu come lo prepari? Devo venire a vedere da te. Un bacio

    DOLCEAMARA: ciao Lisa è solo la condivisione di una cosa che ho imparato, ma mi sembrava veramente meritevole di essere segnalata :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Hai ragione qui era il caso di evidenziare nel titolo l'emulsione e devo dire che, mi piace un sacco e quindi la ...prendo :)
    una buona giornata ciao

    RispondiElimina
  8. una ricetta veramente molto fresca e delicata.questa emulsione mi ha stuzzicato adesso mi informo meglio, non stento a credere sia fantastica!

    RispondiElimina
  9. Anche a me questa emulsione ha incuriosito non poco.La proverò con un miele di agrumi!!!

    RispondiElimina
  10. L'ho sempre saputo che sei "trooppo avanti" :-D
    Ora che sei a Milano con le "vip-blogger" chissà con quante idee torni...scherzo ;-)
    Io ho messo in infusione nell'oliole bucce(solo giallo) di limone, bergamotto, cedro e arancia, ho già in mente qualche utilizzo :-)

    RispondiElimina
  11. Proverò sicuramente la salsa! Mi piace proprio per quello che hai detto.. sono due ottimi ingredienti ed è una novità! Un abbraccio e buonissima serata

    RispondiElimina
  12. mi segno immediatamente questa ricetta. Mi piace moltissimo, originale, nuova, accostamenti azzeccatissimi.. e poi, beh, mi ispira proprio tanto. Quell'emulsione è proprio da provare!

    RispondiElimina
  13. Mi fa sempre piacere sapere che una ricetta vi abbia colpito, e spero che la sperimenterete come meglio vorrete.
    Il bello di partecipare a manifestazioni di ampio respiro come Identità Golose è proprio il fatto di scoprire chicche come questa :-) e ampliare gli orizzonti ed è bello condividerle con voi.
    Libera: vedoc he sei sintonizzata du Olio Capitale :-)))

    RispondiElimina
  14. Ciao Sabri, approdo per la prima volta nel tuo blog e ne rimango, non esagero, letteralmente incantata! Per le pietanze che realizzi così ricercate e particolari, gli scatti che regali ai tuoi lettori..complimenti davvero per tutto. Ti seguirò con molto piacere, sperando di poterti conoscere meglio!

    RispondiElimina
  15. Annalisa: ciao sono contenta tu sia passata da me e, ancor di più, mi fa piacere tu abbia trovato degli spunti che ti interessano. A presto!

    RispondiElimina
  16. Sono venuta a rinfrescarmi la memoria ;-)

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin