mercoledì 13 luglio 2011

Malesia a/r: ricordi di viaggio


Anche questa vacanza è finita. Siamo di nuovo qua, in Italia, con tanti ricordi da "catalogare". Quando rientro da un viaggio un po' più lungo e itinerante ho sempre bisogno di qualche giorno, oltre che per fare numerosissime lavatrici ;-), anche per ripercorrere virtualmente le tappe del viaggio, e cercare di ricavare un'opinione complessiva dell'esperienza.
La Malesia non ha deluso le nostre aspettative, si è rivelata una destinazione perfetta anche per la nostra piccola compagna di viaggio: le persone sono gentili, i servizi sono ottimi, la rete stradale splendida, il cibo non è un problema. E' stato un viaggio vario: siamo passati dalla caotica Kuala Lumpur, alla calma delle piantagioni di tè e fragole delle Cameron Highlands, fino ad arrivare alle zone agricole del nord, quasi al confine con la Thailandia, e finalmente alle spiaggie, che a dire il vero, in alcuni casi avrebbero bisogno di una maggior cura. Scenari così belli andrebbero preservati con maggior convinzione.



Abbiamo visitato templi e moschee e trovato anche qui, come in Thailandia, "monaci amici".
 





Ma questo è stato anche un gran viaggio culinario. Abbiamo trovato locali originali, ristorantini che nostra figlia non avrebbe mai voluto abbandonare (posso capire che per un bambino di 4 anni poter disegnare sulla tovaglia aspettando il pranzo sia assolutamente impagabile) e sale da tè deliziose. Siamo passati dalle fornitissime e luccicanti pasticcierie di KL, all'ottimo cibo da strada di Penang dove la cucina nonya -mix di cucina malese e cinese -considerata uno dei primi esempi di cucina fusion al mondo, la fa da padrona.
Alla fine del viaggio sono riuscita a partecipare anche ad un piccolo corso di cucina locale organizzata nella casa dello chef posta sulle colline dell'isola di Langkawi. Non dimenticherò facilmente il suo giardino di spezie e erbe, con l'alberello di pepe, il galangal, la vaniglia, il kaffir solo per citarne alcune, nè la sua collezione di mortai, alcuni apparteneneti alla sua mamma, una balda signora di 102 anni, che ancora si prepara da mangiare da sola, nè il pranzo che abbiamo gustato assieme nel portico della sua veranda accompagnato dai racconti delle usanze locali.
Vabbè, sarà meglio vi saluti perché le lavatrici, una volta fatte, vanno pure stirate...  
A presto, magari con una ricetta :-)




16 commenti:

  1. Sabri he viaggio meraviglioso hai fatto ricco di colori, sapori e profumi per non parlare della cultura...che invidia ;).
    Un abbraccio e ...bentornata!!

    RispondiElimina
  2. mi hai fatto viaggiare con queste belle foto!"complimenti!

    RispondiElimina
  3. Un reportage di viaggio che fa venir voglia di riempire la valigia e partire... colori e panorami sognanti... Complimenti! Deborah

    RispondiElimina
  4. Una terra lontana che non conoscevo...Belle le tue immagini e le tue parole! Mi è venuta voglia di partire!Un bacio e BENTORNATA!

    RispondiElimina
  5. Bentornata Sabrina, allora ce l'hai fatta col corso di cucina, non vedo l'ora di leggere il prossimo post con qualche "segreto", a presto... mandami una cesta che ti aiuto a sirare :-)

    RispondiElimina
  6. Ciao!Grazie per il link spero che adesso non mi dia più problemi! Che belle foto e che viaggio spettacolare!Ben tornata comunque!;)
    Ho sempre voluto fare un viaggio del genere alla scoperta di cose nuove così da vicino!Come avete fatto per la lingua?E chi vi ha consigliato i posti??è veramente il viaggio dei miei sogni!;)
    Baci Vevi
    P.s. Buone lavatrici!E ti capisco sul fatto di rimettere in ordine anche i pensieri, anche se new york non è la stessa cosa anche io quando sono tornata non riuscivo a non pensare di tornarci!!!;)

    RispondiElimina
  7. ci sono stata anch'io ad aprile, ma quanto si mangia bene in malesia? mmm!

    RispondiElimina
  8. una meraviglia di foto che ancor di più rendono splendido il viaggio, grazie! un abbraccio....

    RispondiElimina
  9. Che luoghi magnifici! Ci siamo goduti ogni singola fotografia!

    RispondiElimina
  10. DOLCEAMARA: grazie Lisa. Siamo contenti del viaggio, siamo stati tutti bene e nonostante Camilla sia ancora piccola siamo riusciti a girare proprio tanto :-)

    Stefania, MArsettina, Il sapore del verde, Saretta: grazie mille ragazze, sono contenta di essere riuscita a passare un po' delle mie sensazioni attraverso le immagini

    ACCANTOALCAMINO: finalmente lo stiro è finito: Ad ogni modo grazie per esserti offerta :-))

    VEVI: la lingua non è un problema, praticamente tutti parlano l'inglese. Per i posti mi sono presa la Lonely Planet, tanto per farmi un'idea del paese e poi ho guardato un po' di cataloghi di viaggi organizzati, tanto per rendermi conto di quanti strada avrei potuto percorrere ogni giorno. Alcune cose ho dovuro eliminarle perché non sapevo se sarei stata in grado di farle con la bambina di 4 anni (es la foresta pluviale), ma nel complesso credo siamo riusciti a farci un'idea abbastanza buona del paese. NY è invece una delle mie mete da sogno!

    BLUEBERRY: si ricordo il tuo viaggio e concordiamo almeno su due cose: cibo ottimo e Lonely piuttosto inaffidabile

    CHIARA: grazie Chiara un abbraccio

    LERCHERHOTEL: grazie mille :-)

    RispondiElimina
  11. Acabo de conocer tu blog y tienes unas recetas esquisitas asi que me quedo de seguidora, agradecerte por compartirlas con nosotros y te invito a que seas seguidora de mi blog si te gusta su contenido, un besin y hasta pronto!!

    RispondiElimina
  12. ti ho appena scoperta..mi sono iscritta così ti posso seguire ,se ti va fallo anche tu..ti aspetto..

    RispondiElimina
  13. Oh che bel viaggio!!! Fantastico! E quello che scrivi mi ha trasmesso tante emozioni. Mi manca molto l'Oriente! La Cina e il Giappone sono gli unici paesi asiatici che ho visitato (anche da piccola) e me ne sono innamorata! Sogno un viaggio in Vietnam e Cambogia.. magari un giorno..chissà :)
    Aspetto ricetta malesiana!! anche se temo sia difficile trovare gli ingredienti dalle nostre parti :)

    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. Bella la Malesia e anche la sua cucina... molto particolare. Io sono stata a Kuala Lumpur e a Melaka, mi sono piaciute entrambe, una molto moderna e l'altra antica.
    Ciao.
    Orchidea
    www.viaggiesapori.blogspot.com

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin