Colazione - Merenda

Tortine con yogurt di capra, fragole e pistacchi

martedì, maggio 31, 2011


Da qualche settimana ho dirottato uno dei miei granuli di Kefir sul latte di capra, così quando ho visto questa ricettina su Elle à table, mi è sembrato un segno del destino: un modo perfetto per utilizzare il mio "nuovo" prodotto.
Ovviamente nulla vieta di utilizzare dello yogurt normale, che donerà comunque alle tortine una bella morbidezza .
Un dolcino che sa di primavera, con le fragole e i pistacchi, un piacevole effetto cromatico e un sapore fresco che, sono certa, vi piacerà.

Tortine con yogurt di capra, fragole e pistacchi
Ingredienti per 12 tortine

burro 100 gr
zucchero 150 gr
uova 2
yogurt di capra 125 gr (io kefir di capra)
farina 300 gr
lievito chimico 1/2 bustina
fragole 24 pezzi circa
pistacchi verdi tritati 20 gr

Preriscaldate il forno a 180°.
Montate il burro con lo zucchero fino a che diventa bianco e spumoso, incorporate le uova, una alla volta e quindi lo yogurt, proseguite con la farina setacciata con il lievito.
Sistemate dei pirottini di carta in uno stampo da muffin e riempiteli per 3/4. Posizionate su ciascuna tortina dei pezzetti di fragola  e completate con i pistacchi tritati.
Cuocete in forno caldo per 15 minuti circa.

NOTE: con questo sistema le fragole rimangono abbastanza in superficie, forse, per avere una migliore distribuzione della frutta sarebbe meglio riempire gli stampini per metà, sistemare qualche pezzetto di fragola, e poi ultimare con il composto rimasto, le ultime fragole e i pistacchi di decorazione.

Cereali

Insalata di farro con verdure al forno

mercoledì, maggio 25, 2011

Giugno si avvicina e la lista di cose da fare si allunga. Giugno si caratterizza, oltre che per una serie di impegni lavorativi, anche per il festeggiamento di due compleanni: quello di mio marito e quello della piccola Cami, sicché è tutto un organizzare.Mi sono resa conto questa mattina che è già passata più di una settimana dalla mia ultima ricetta e così eccomi qua a "rimediare". 

La ricetta di oggi, è molto piaciuta a Katia e mi ha detto che le cadrebbe a "fagiuolo" per una cena piuttosto numerosa che deve organizzare. Premetto che è opera di Jamie Oliver e nella versione che ho fatto assaggiare a Katia ho solo mescolato il grano con il farro, ma in verità è stata l'unica licenza che mi sono presa.
Questo piatto mi piace moltissimo, intanto funziona bene sia caldo,sia freddo, quindi è perfetto d'estate per la spiaggia, un picnic; mi piace anche prepararlo quando viaggio in treno, perché  riempie senza darti quel senso di pesantezza. Funzionerebbe a meraviglia anche per un pranzo in ufficio, ed è perfetto per una cena, proprio perché si può preparare in anticipo e rimane ottimo per un paio di giorni.

Insalata di farro con verdure al forno
Ingredienti per 8 persone
farro gr 400
zucchine chiare 3
zucchine verde scuro 2
finocchi 2 (salvate le barbe dei finocchi)
cipolla rossa 1
peperoni rossi 2
melanzane 2
olio extravergine di oliva
sale
pepe
erbe fresche un mazzetto (prezzemolo, basilico, origano, menta)
succo di mezzo limone


Mettete il farro in ammollo per 20 minuti circa. Nel frattempo scaldate il forno a 200° e preparate le verdure:
affettate le zucchine a mezzaluna, i finocchi a fettine spesse, le cipolle a spicchi , i peperoni e le melanzane a pezzi piuttosto grossi. Su una teglia a bordi bassi distribuite, in un unico strato, le verdure, conditele con olio, sale e pepe e mescolate per bene per distribuire il condimento. Infornate, fate cuocere, e di tanto in tanto scuotete la teglia affinchè la cottura risulti omogenea, l'operazione non dovrebbe richiedere più di 30-40 minuti.
Cuocete il farro in una casseruola, dopo averlo scolato e sciacquato. L'acqua dovrà essere fredda, per la cottura sarà necessario calcolare 15 minuti dall'inizio del bollore, a questo punto salate e proseguite la cottura per altri 5-10 minuti. Fate attenzion: il farro dovrà risultare cotto, e non spappolato.
Scolatelo, mescolatelo con le verdure, le erbe tritate arricchite con le barbe dei finocchi tritate, aggiustate di sale e di pepe e, solo all'ultimo, poco prima di servire, completate con il succo di limone.

NOTE: se preparo l'insalata per persone che non conosco bene, preferisco togliere la pelle ai peperoni, per renderli digeribili a tutti. Li passo al forno fino a che la pelle è annerita e poi li metto a riposare in un sacchetto di carta o di plastica, aggiungendoli agli altri ingredienti all'ultimo.
Potete "giocare" un po' con la base, mescolando cereali diversi.

Biscotti

Biscotti ai cornflakes e mirtilli e 1° Foodblogger Day

lunedì, maggio 16, 2011


Domenica è stata giornata di trasferta, sveglia presto e via, in treno verso Bologna per partecipare al 1° Food Blogger Day organizzato dalle “Sorelle in pentola”, Chiara e Angela.
Un brunch per incontrarsi, stare insieme e assaggiare i nostri piatti, un'altra occasione per avvicinarsi o conoscersi di persona per la prima volta.
I biscotti, di cui scrivo oggi, sono uno dei piatti che ho portato, e mi piace l'idea di condividerli anche con voi.
La scoperta della ricetta è stata casuale: dovevo utilizzare dei cornflakes acquistati erroneamente, ammetto che amo i frosties e quelli acquistati erano invece “tradizionali”, così mi sono buttata in una di quelle mie infinite ricerche in internet per trovare la ricetta che mi facesse accendere la lampadina.
Quando ho letto gli ingredienti di questi biscotti ho capito che mi sarebbero piaciuti, ho scelto di aggiungerci dei mirtilli essiccati, ma ho provato anche una versione con il cioccolato a pezzetti, che mia figlia ha amato.
Se scegliete di aggiungere del cioccolato al latte, vi suggerisco di abbassare lievemente la dose di zucchero perché, almeno per i miei gusti, in questo modo i biscotti risultano un po' troppo dolci o in altenativa usate del cioccolato amaro al 70%. Inutile dire che mia figlia li trova perfetti così ;-)
Si conservano benissimo per più giorni, sempre buoni e super croccanti. Attenzione: creano dipendenza!

Un saluto affettuoso alle amiche ritrovate, Katia, Sara, Silvia, Tery e  Patricia, a  Carola, Elenuccia, Marica, Simona, Nanni che ho incontrato per la prima volta e ovviamente un grazie alle sorelle del web che ci hanno ospitato nella loro casa. Vi lascio, a fondo pagina dopo la ricetta, alcune foto della giornata e della tavolata con i piatti dolci e salati preparati per l'occasione.

Biscotti ai cornflakes con mirtilli
Ingredienti per 24 biscotti grandi

burro 225 gr
zucchero 170 gr
uovo 1
farina 280 gr
lievito 1 cucchiaino e mezzo
estratto naturale di vaniglia 2 cucchiaini
mirtilli 100 gr
cornflakes 4 tazze

In una ciotola montate con delle fruste il burro con lo zucchero fino a che diventerà spumoso, aggiungete l'uovo, amalgamate per bene e aggiungete in seguito l'estratto di vaniglia, la farina setacciata con il lievito e da ultimo i mirtilli, distribuendoli per bene.
In un piatto raccogliete i cornflakes e frantumateli grossolanamente con le mani, formate delle palline della dimensione di una grossa noce e passatele nei cornflakes, facendoli aderire su tutti il lati.
Adagiate le palline ottenute su una teglia, ricoperta da carta forno, distanziandole bene tra di loro e cuocetele a 160° per circa 15-18 minuti.

 Nel tentativo di foto di gruppo ce ne fosse uno che guarda in camera !!!

Cucina veloce

Pasta ai peperoni, rucola, primosale e trito di pistacchi

lunedì, maggio 09, 2011


Da qualche tempo ho scovato un'azienda agricola che vende latte e formaggi freschi nei pressi del bosco dove vado a correre. Così, almeno una volta a settimana, la deviazione prima del rientro a casa è d'obbligo.
L'ultima volta ho acquistato il primosale di loro produzione e ho pensato di utilizzarlo per preparare un piatto di pasta.
Al formaggio ho aggiunto rucola e peperoni. I peperoni, non sono proprio di stagione :-), ma io per questo tipo di verdura ho un debole e non ho potuto resistere.
Il piatto, di rapida esecuzione e saporito, è buono e si presterebbe anche ad un consumo a temperatura ambiente, quando le giornate si faranno più calde.
In più i peperoni possono essere preparati in anticipo, coperti con della pellicola trasparente e conservati in frigorifero fino al consumo, riducendo così al mimino le operazione al momento della realizzazione del piatto.


Pasta ai peperoni, rucola, primosale e trito di pistacchi
Ingredienti per 4 persone
pasta (sedani rigati nel mio caso) 320 gr
primosale 120 gr
peperoni rossi medi 2
rucola 2 pugni
pistacchi tritati (precedentemente tostati) 2 cucchiai
olio extravergine di oliva
sale
pepe


Lavate i peperoni, e poneteli sulla fiamma, oppure in forno caldo a 180° fino a che la pelle si sarà scurita. Toglieteli dal fuoco (o dal forno) e riponeteli in una busta di plastica o un sacchetto di carta. Lasciate riposare, e dopo circa 10-15 minuti, eliminate la pelle. Mettete i peperoni in una ciotola, dopo averli tagliati a striscioline, aggiungete la rucola tritata grossolanamente, salate, pepate e date un giro d'olio affinchè il tutto si insaporisca.
Nel frattempo, mentre la pasta cuoce, tagliate il primosale a cubetti e tostate brevemente i pistacchi, prima di tritarli.
Una volta che la pasta è cotta, scolatela, versatela nella ciotola con i peperoni e la rucola, mescolate sommariamente, unite il promosale e mescolate di nuovo al fine di distribuirlo per bene. Assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale pepe o olio, da ultimo cospargete con il trito di pistacchi e servite.



Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram