Cereali

Insalata di orzo con gamberi e pomodorini datterino

martedì, giugno 21, 2011



E dopo la "tortazza" dell'ultima volta passiamo ad un piattino un po' più light, tanto per non sentirci troppo in colpa...
Questa insalata, che avevo imparato a preparare ad un corso di cucina circa una decina di anni fa, è uno di quei piatti che piacciono a me: saporiti e veloci da fare.
E' perfetto per l'estate, richiede poco impegno, è leggero, si può cucinare la sera prima e in più si presta ad essere preparato anche con altre basi: riso, farro, cous cous, pasta secondo il vostro gusto o quello dei vostri commensali.
E con questo vi saluto, mi prendo una piccola pausa.
Un abbraccio a tutti!

Insalata di orzo con gamberi e pomodorini datterino
Ingredienti per 4 persone
orzo 300 gr
gamberi o gamberetti 300 gr
pomodorini datterino 200 gr
basilico
olio extravergine d'oliva
aglio
sale
peperoncino
succo di limone 2 cucchiai

Preparate dell'olio all'aglio: scaldate per bene dell'olio extravergine d'oliva in un pentolino (8 cucchiai circa) e versateci dentro alcuni spicchi d'olio, spegnete e attendete fino al raffreddamento prima di filtrare l'olio.
Sciacquate l'orzo, mettetelo in una pentola con abbondante acqua fredda e portate ad ebollizione. Quando l'acqua inizia a bollire, abbassate la fiamma, coprite e cuocete per circa 20 minuti,. Una volta che il tempo è passato salate e proseguite la cottura per altri 20 minuti circa, fino a quando l'orzo risulterà cotto. Scolatelo e raffreddatelo velocemente sotto l'acqua fredda.

In un tegame scaldate alcuni cucchiai d'olio all'aglio, versateci i gamberi e il peperoncino e fate cuocere brevemente. Una volta che il pesce sarà cotto, toglietelo dalla pentola e mettetelo da parte, nella padella fate saltare i pomodorini tagliati a metà,aggiustate di sale e cuocete per un paio di minuti.
Condite l'orzo con i gamberi e i pomodorini con il sughetto di cottura.
Coprite con della pellicola trasparente e conservate in frigorifero fino al momento del servizio.
Quando arriva il momento di portare l'insalata in tavola, emulsionate 2 cucchiai di succo di limone con sei cucchiai di olio all'aglio, sale e pepe e condite il piatto. Completate con un trito di basilico e servite.

NOTE: potete preparare l'insalata anche il giorno prima, avendo cura di condirla solo all'ultimo.
Potete sostituire l'orzo con riso, farro, cous cous, pasta secondo il vostro gusto

Bill Granger

Torta di cocco alle more

venerdì, giugno 17, 2011


Preparo sempre con piacere questa torta di Bill Granger, che unisce il cocco e le more. Trovo che l'abbinamento funzioni benissimo, perché le more stemperano la dolcezza del cocco essicato.
La torta si compone di tre strati: una base morbida sulla quale viene adagiato uno strato di marmellata di more e frutta, e a completare una parte resa croccante dal cocco.
La torta si presta benissimo ad essere preparata con un giorno d'anticipo anzi, devo dire che con un po' di riposo i sapori si armonizzano ancora meglio. Facile da gestire, se ne ottengono circa 20 quadratini che risultano molto comodi anche per un picnic o una festa.

Torta di cocco e more
Ingredienti per 20 fette

Per la base
burro 125 gr
zucchero 60 gr
uovo 1
estratto naturale di vaniglia 1 cucchiaino
farina 00 185 gr
lievito chimico 1 cucchiaino
latte 60 ml

Per il ripieno
marmellata di more 175 gr
more 250 gr

Per il rivestimento
burro 100 gr
zucchero 5 cucchiai
uova 2
cocco disidratato 225 gr
farina 00 60 gr

Accendete il forno a 180°.
Per la base: montate il burro con lo zucchero fino a che diventerà chiaro e spumoso. Aggiungere l'uovo e la vaniglia; quando l'uovo sarà ben amalgamato, unite la farina e il lievito setacciati e il latte. Distribuite il composto in una teglia (30 cm x 20 cm), imburrata o ricoperta di carta forno.

Ricoprite con la marmellata e a seguire distribuite sulla superficie le more.

Per il rivestimento: lavorate il burro con lo zucchero, quando sarà spumoso, aggiungete le uova e a seguire il cocco con un cucchiaio di farina setacciata, completate con la farina rimasta. Ricoprite le more con il composto ottenuto, che risulterà piuttosto grumoso. Infornate per 30 minuti circa, fino a che il dolce assumerà una colorazione dorata, quindi coprite e proseguite la cottura per ulteriori 5 minuti.
Togliete la torta dal forno, fatela riposare per 10 minuti e quindi dividetela in rettangoli.

Cucina leggera

Pomodori alle erbe

giovedì, giugno 09, 2011



Uno dei miei piatti preferiti estivi sono i pomodori gratinati. Il pomodoro è per me la quintessenza dell'estate, e poi mi fa venire in mente il periodo in cui vivevo dai miei: mamma me li preparava spesso, al forno con un po' d'aglio, prezzemolo e il pane grattugiato arricchito con del buon olio d'oliva. Li ho sempre trovati perfetti, caldi, tiepidi e pure freddi.
Certo per realizzarli bisogna accendere il forno e si sa, d'estate qualche volta, non se ne ha proprio voglia ....
Questa ricetta è a mio modo di vedere una buona alternativa: è più veloce, si prepara in padella, e risulta forse un po' più leggera. Il pangrattato arricchisce il pomodoro, e le erbe profumano il tutto in maniera perfetta.


Pomodori alle erbe
Ingredienti per 4 persone
(tratto da "Le verdure" Antonio Piccinardi) 
pomodori ben sodi 4
erbe fini fresche tritate (es. prezzemolo, basilico, timo, maggiorana, origano) 2 cucchiai
pangrattato 20 gr
olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
sale
pepe

Lavate i pomodori, tagliateli a metà orrizzontalmente e privateli dei semi e dell'acqua di vegetazione.
Conditeli con sale e pepe, e fateli rosolare da entrambi i lati, in una padella in cui avrete scaldato l'olio.
Togliete i pomodori dalla padella, eliminate l'olio in eccesso e disponeteli su un piatto da portata, cospargeteli con le erbe tritate.
Fate saltare il pangrattato con l'olio rimasto nella padella. Quando sarà diventato dorato versatelo sui pomodori e servite.

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram