Alcune ricette viste ad "Identità Golose" - Milano 2012 #2

martedì, febbraio 28, 2012

Visto che ormai tutte le ricorrenze di febbraio (S. Valentino, Carnevale) sono passate, vorrei dedicare ancora un po' di spazio a Identità Golose. Mi piacerebbe parlarvi del Congresso dal punto di vista delle ricette. 
Nel corso delle tre giornate, i piatti preparati dagli chef e gli assaggi fatti sono stati veramente moltissimi. 
Non tutto ciò che si vede è di immediata utilità nelle nostre cucine, ma nella grande quantità di informazioni si riesce sempre a trovare qualcosa di "esportabile" nella nostra quotidianità.
Talvolta è semplicemente un abbinamento di sapori, altre volte può essere una tecnica di cottura, o ancora una piccola salsa che può essere utilizzata in un modo diverso dal solito.
Tutte le ricette presentate al Congresso vengono pubblicate sul sito di Identità Golose, quindi il mio intento non è quello di fornirvi delle indicazioni precise, ma esclusivamente quello di mostravi attraverso le immagini i piatti che mi hanno colpito di più nell'ottica di una riproduzione familiare.

Iniziamo con qualcosa di tipicamente italiano: gli Gnudi realizzati dal londinese Stevie Parle
Ho apprezzato questo piatto toscano per la sua semplicità. La ricotta viene mescolata con pinoli e buccia di limone e crea degli gnocchi profumatissimi, conditi con solo olio extravergine di oliva e agretti scottati nell'acqua di cottura degli gnocchi. Da fare!



L'Insalata invernale di Enrico Crippa
Un misto di lattughe invernali cotte al vapore, tenere e buonissime. Aromatizzate a piacere con olio al peperoncino, oppure olio all'acciuga, e decorate con polvere di riso venere e germogli freschi.


La michetta di Carlo Cracco
Originale michetta fatta di seitan. Dal seitan si estrae una pallina di 14 gr da mettere nel microonde a cuocere alla massima potenza. I tempi non sono stati specificati, ma direi che potremmo avvicinarci a un minuto e mezzo, due. Il risultato è una nuvola, leggerissima, vuota all'interno, che ricorda appunto la michetta milanese.
L'insolito panino è stato farcito con songino, lingua di vitello, fiori di piselli, fiori di anice, capperi salati e pasta di nocciole tostate e frullate aggiungendo un po' di olio.


L'insalata di punta di petto dei fratelli Damini
Questa insalatina mi ha conquistato, forse perchè è una versione più elegante dell'insalata di lesso che si mangiava a casa mia. La carne, cotta al forno per tre ore, viene servita con puntarelle saltate e una salsa alla senape. E' un buon piatto, completo, ma al tempo stesso economico, poichè non utilizza un taglio nobile dell'animale.

La zuppa di pasta di Davide Scabin
Si tratta di una zuppa di verdure disidratate, servite con una pastiglia di spaghettoni precotti, fatti rinvernire in del brodo buono. Avrete già sentito parlare della pasta precotta di Scabin: viene cotta per 1/3 del tempo in acqua in ebollizione, per il rimanente 2/3 in infusione, viene successivamente scolata e fatta raffreddare in olio d'oliva a 0 gradi. Scolata nuovamente, si può conservare in frigorifero in buste di plastica fino a un massimo di 4-5 giorni. Il risultato è una pasta perfettamente al dente, che ha bisogno solo di essere condita e scaldata. 
Ho trovato interessante l'idea di questa pasta precotta perchè potrebbe avere i suoi utilizzi.anche nel quotidiano. Me ne sono venuti in mente almeno due o tre che mi riguardano: una cena improvvisata tra amici dopo un cinema, un pranzo in velocità dopo una mattinata al mare, un viaggio in camper.


Concludo questo mio reportage ringraziando Elisa Pella di Magenta Bureau che anche quest'anno mi ha invitato al Congresso ideato da Paolo Marchi, lasciandovi con una piccola galleria di ritratti.




You Might Also Like

4 colazioni a letto

  1. Che nostalgia, non ho fatto in tempo a vedere la michetta del craco ma tu l'hai spiegata così bene che so già che mi cimenterò presto.
    Ho anch'io da fare qualcosa per IG,con calma e bene...ciao,baseto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che riuscirai a trovare una bellissima farcia per questo panozzo. Un bacio, Sabri

      Elimina
  2. Ciao Sabrina, sei ancora via? Mi mancano le nostre "ciacolade" e poi voglio altr ricette :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,ancora qualche giorno per le nostre ciacolade, ma per la ricetta ti accontento già oggi :-). Un baseto

      Elimina

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram