Torta di bucce di carote con topping cremoso ai semi di papavero

lunedì, novembre 19, 2012

Dopo i panini soffici alla buccia di zucca, la mia sperimentazione con gli scarti delle verdure continua. Questa volta è toccato alle bucce delle carote, che ho pensato di utilizzare nella più classica delle torte. Il sapore non ne risente affatto, il dolce è morbido, profumato e arricchito dalle mandorle.


Per “movimentarlo” un po' ho pensato di completarlo con un frosting di yogurt greco e formaggio cremoso, cui ho aggiunto alcuni semi di papavero.

Torta con le bucce di carote e topping cremoso ai semi di papavero
Ingredienti per uno stampo da 20 cm di diametro
tuorli 4
albumi 4
zucchero 170 gr
sale 1 pizzico
buccia grattugiata di mezzo limone
estratto naturale di vaniglia un cucchiaino 
cannella ½ cucchiaino
bucce di carote 170 gr
mandorle macinate 170 gr
fecola di patate 70 gr

Per il frosting
formaggio morbido 200gr
yogurt greco 150 gr
zucchero a velo 90 gr
semi di papavero 1 cucchiaio

In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero fino a quando avranno raggiunto una consistenza spumosa.
Aggiungete il sale, la buccia di limone, la vaniglia e la buccia delle carote passata al mixer e tritata fine. Mescolate la fecola setacciata con le mandorle e aggiungetela al composto di uova.
Montate le chiare a neve ben soda e amalgamatela all'impasto facendo attenzione a non smontarle.
Preriscaldate il forno a 180°, rivestite uno stampo da 20 cm di diametro di carta forno e infornate per 30 minuti  circa. Fate la prova dello stecchino per verificare il grado di cottura.
Preparate il topping montando il formaggio cremoso ben freddo con lo yogurt e lo zucchero, unite alla fine i semi di papavero.
Una volta che la torta sarà cotta, toglietela dal forno, e lasciatela raffreddare completamente su una gratella. Quando sarà fredda tagliatela a metà, distribuite 1/3 del frosting ai semi di papavero, ricomponetela e completate decorando la superficie con la crema rimasta.
La torta può essere conservata in frigorifero per un paio di giorni, avendo cura di lasciarla a temperatura ambiente per un'oretta prima di servirla.

PS: le bucce di carote potete conservarle in freezer e frullarle, ancora ghiacciate, al momento di preparare il dolce. E' sempre consigliabile utilizzare bucce di verdure biologiche.

You Might Also Like

12 colazioni a letto

  1. Beh l'idea di utilizzare le bucce e gettare il resto...:-DD scherzo, ottimo insieme brava buona settimana. ciaoo

    RispondiElimina
  2. Troppo bella l'idea di riciclare anche le bucce delle carote. Questa la provo subito, mi piace riuscire ad utilizzare al massimo quello che compro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dà tanta soddisfazione anche a me. Si tratta solo di soffermarsi un attimo sui possibili utilizzi di quello che normalmente buttiamo, e le idee fioccano, vedrai :-)

      Elimina
  3. se c'è una cosa a cui non resisto sono i semi di papavero!
    l'idea del riciclo poi è da 10 e lode.
    sempre bello rivederti.
    bacioni ficoeuva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ragazzi, è stato molto piacevole anche per me rivedere voi e la piccolina. Un bacio

      Elimina
  4. Ma io dove vivo? Mi sono persa stò bendiddio, grande idea riciclosa e i semi di papavero li amo, la riproverei con le bucce di zucca che dici? Buon fine setimana con baseti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo Libera con la buccia di zucca si può fare di certo, ma so che tu mi stupirai con qualcosa di clamoroso !

      Elimina
  5. Complimenti per il tuo blog, davvero ben fatto, ti seguirò.se ti va diventa mio sostenitore sui miei blog, ti aspetto..
    http://ragazzocomune.blogspot.it/
    http://scrivimidamore.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ragazzo comune o quasi !

      Elimina
  6. Ciao Sabrina, no gò parole :-D parlo della torta, de novo? Si... Baseto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao coccola, pochi giorni e ci si vede :-)

      Elimina

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram