Antipasti

Insalatina di fave, feta e menta

venerdì, maggio 25, 2012


La ricetta di oggi è decisamente primaverile: si tratta di una fresca insalata, che avevo sperimentato già lo scorso anno e poi, per una serie di circostanze, non ero riuscita a pubblicare.
Il merito è tutto della “siura” Donna Hay, infatti ho fatto riferimento ad un suo dip per la realizzazione di questa ricetta. Ho scelto di servirla nel bicchiere come antipasto, ma voi potete benissimo proporla come piatto light a un pranzo tra amiche.
I sapori si armonizzano in maniera splendida: il dolce delle fave si sposa a meraviglia con l’acidulo della feta, e la freschezza della menta. Io l’ho trovato un piatto gustoso e bello da vedere.


Insalatina di fave, feta e menta
Ingredienti per 8 bicchierini 
o due persone, se servito come piatto unico
fave fresche lessate 600 gr
menta tritata 4 cucchiai
feta 200 gr
parmigiano reggiano 20 gr
olio extravergine d’oliva 3 cucchiai
succo di limone 2 cucchiai
sale
pepe
pane croccante come accompagnamento

Tritate grossolanamente le fave lessate. In una ciotola unite ai legumi, la menta, la feta, il parmigiano, l’olio, il limone. Regolate di sale e pepe. Servite con del pane croccante.

Note: ricordate che i bacelli delle fave sono molto pesanti, quindi per ottenere 600 gr di prodotto finito dovrete acquistarne circa 2 kg e ½. Dopo averle sgranate, lessatele per alcuni minuti in acqua salata, scolatele e togliete la pellicina.


Colazione - Merenda

Briochine morbidose allo yogurt con confettura di lamponi

martedì, maggio 15, 2012

Qualche tempo fa in una mia "sessione" di Pinterest, mi sono imbattuta in delle bellissime brioschine al tè matcha. Mi colpì in particolare i giri che il verde del tè faceva all'interno delle brioche. Di matcha a casa non c'era neppure l'ombra e così decisi di provare con della confettura di lamponi. Dichiaro subito che a me quei giri non sono riusciti, l'impasto che ho utilizzato è un altro, ma il risultato è stato comunque di gran soddisfazione.
Insomma, come spesso succede quelle briochine sono state solo il pretesto per sperimentare qualcosa di nuovo, che mi fa piacere condividere con voi.
Per dare la forma ho usato uno stampo da muffin a bordi alti, questo mi ha permesso di ottenere quella forma allungata, l'impasto allo yogurt è ottimo, estremamente soffice, e se sarete un po' più accurati di me con i giri, esteticamente il risultato sarà ancora migliore.
Queste brioches, ottime a colazione e merenda, possono essere farcite secondo il vostro gusto, e si potrebbero anche prevedere in una versione salata, con della crema di prosciutto e ricotta, da portare ad un picnic di primavera.

Briochine morbidose allo yogurt con confettura di lamponi
Ingredienti per 6 brioschine
yogurt bianco 110 gr
uova 1
burro morbido 65 gr
zucchero 50 gr
sale 1 pizzico
farina bianca 00 170 gr
farina bianca 0 130 gr
latte tiepido 2 cucchiai
lievito di birra 8 gr
confettura di lamponi 5 cucchiai

In una ciotola setacciate le due farine con un pizzico di sale, sciogliete il lievito nel latte, e a parte sbattete insieme l'uovo con lo zucchero e lo yogurt.
Fate al centro della farina una fossetta, aggiungete gli elementi liquidi, lavorando inizialmente con un cucchiaio e da ultimo il burro a pezzetti.
Quando si sarà creata una massa piuttosto compatta, spostate il composto sul tavolo da lavoro infarinato, e lavorate fino a quando avrete ottenuto una palla liscia e morbida.
Incidete una croce, trasferite l'impasto in una ciotola lievemente inburrata, coprite con della pellicola trasparente e fate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio (circa 1 ora e 1/2-2).
Una volta che il composto sarà ben lievitato, stendetelo su un piano infarinato e ricavate un rettangolo di 30×20cm,  cospargetelo con della marmellata.
Se volete tentare i giri di cui vi parlavo prima potete "copiare" da qua, o in alternativa potete stendere la confettura su tutta la superficie, lasciando quanche cm libero ai lati.
Arrotolate la pasta dal lato corto, tagliate a pezzetti di circa 5 cm e infilateli in degli stampi da muffin imburrati o ricoperti con dei pirottini.
Lasciate lievitare per una buona mezz'ora, e poi infornate a 180° per circa 15-20 minuti, o comunque fino a quando le brioschine risulteranno ben dorate.
A piacere, potete cospargere la superficie con un po' di latte tiepido, in cui avrete fatto sciogliere qualche cucchiaino di zucchero.

Note: se disponete di una macchina del pane, potete benissimo utilizzare quella per l'impasto e la lievitazione, avendo la cura di mettere nel cestello prima gli ingredienti liquidi,e poi quelli solidi.


Autunno-Inverno

Gelato alla panna acida con noci caramellate al miele

mercoledì, maggio 02, 2012

Un gelato insolito quello di oggi, facilmente realizzabile, senza uova, e buono, ma veramente buono.
Scovato sul sito "Cucina di stagione" è frutto, in verità, dell'unione di due ricette. 
Personalmente amo il sapore e la morbidezza della panna acida, e trovo che con le noci e il miele si sposi benissimo.
In alternativa si può ipotizzare di realizzare il "gelato base", senza frutta secca e aggiungerci della frutta fresca, una composta di ciliegie o pesche, quando si arriverà in stagione.
Con questa dose non otterrete una quantità spropositata di gelato, ma essendo piuttosto ricco io lo conisiglierei per 4 persone. Qualora doveste servirlo a dei golosi, raddoppiate la dose.

Gelato alla panna acida con noci caramellate al miele
Ingredienti per 4  persone
adattamento di una ricetta di "Cucina di stagione"
panna fresca 250 ml
panna acida 200 gr
zucchero 75 gr
gerigli di noci 50 gr
miele 25 gr (io ho usato del millefiori)

In una ciotola mescolate brevemente lo zucchero con la panna, fino a quando si sarà sciolto. Aggiungete la panna acida e mescolate con cura fino a quando gli ingredienti si saranno perfettamente amalgamati.
Versate il preparato in una gelatiera, e calcolate circa 35-40 minuti.
Nel frattempo, in un padellino antiaderente fate caramellare il miele, e aggiungete i gherigli di noce sminuzzati grossolanamente. Fate ricoprire le noci con il miele in maniera uniforme, e disponetele quindi su un piatto, leggermente unto d'olio di semi, in un unico strato. Fate raffreddare.
Qualche minuto prima che il gelato abbia raggiunto la giusta consistenza, aggiungete una metà abbondante di noci caramellate.
Servite con un giro di miele fluido, e qualche gheriglio di noce come decorazione.


Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram