Banana

Pane morbido alla banana e arancia

venerdì, settembre 28, 2012


C'era un tempo in cui Camilla non era ancora nata, e io lavoravo fuori casa. Tutte le mattine mi svegliavo, prendevo il mio "vespino", incurante del tempo, e andavo in ufficio. Spesso facevo tutta una tirata: a pranzo mangiavo un'insalata seduta alla scrivania e non abbandonavo la mia sedia prima delle 18:30-19:00. 
Al ritorno a casa, prima di cena, un momento relax era d'obbligo, e così svuotavo la mente con un aperitivello in compagnia di qualche trasmissione di cucina. Già allora spaziavo tra il Gambero Rosso e AliceTV, e devo dire che, in quella fase, erano entrambe di enorme ispirazione. C'era un giovanissimo Jamie, cui più avanti seguì "il mio amato" Bill Granger. Annotavo le ricette su fogli sparsi, che sono ancora custoditi dentro un raccoglitore. Ogni tanto li sfoglio, elimino qualcosa, perchè i miei gusti nel frattempo sono cambiati, e sono certa che non riproporrei mai alcuni di quei piatti, ma molti spunti sono ancora validi e attuali.
Proprio da questo raccoglitore arriva la ricetta di oggi, che non so datare, ne attribuire a qualcuno in particolare, ma della quale posso garantire su bontà e riuscita.
E' ottima per utilizzare le banane "maculate", quando ormai sono da buttare, e il frutto conferisce al pane una estrema morbidezza, che si mantiene anche per alcuni giorni, se avrete l'accortezza di chiuderlo in dell'alluminio o in un sacchetto di plastica.
In più, rispetto ad altri tipi di pane che contengono la banana, devo dire che il sapore del frutto è più attenuato, e almeno a me, questo non spiace affatto.

Pane morbido alla banana e arancia
Ingredienti per uno stampo rettangolare da plum cake da 24 cm
farina 00 500 gr
burro morbido 45 gr
sale 1 cucchiaino
lievito secco 1 bustina o in alternativa 25 gr di lievito fresco
banane mature schiacciate 2
miele 3 cucchiai
latte intero fresco 100 gr
yogurt intero bianco 100 gr
succo d'arancia 4 cucchiai abbondanti
un po' di latte per lucidare
zuccherini un paio di cucchiai

Sbucciate le banane e schiacciatele per bene, fino ad ottenere un composto cremoso.
In una ciotola mettete la farina, il lievito che avrete sciolto nel latte tiepido, lo yogurt, il sale e il miele e iniziate a mescolare sommariamente, unite quindi le banane schiacciate, il succo dell'arancia e il burro, e lavorate con calma fino ad ottenere un composto morbido e liscio.
Coprite con un tovagliolo e fate lievitare a forno spento, con luce accesa, per un un'ora o comunque fino a che sarà raddoppiato di volume.
Passato il tempo di lievitazione, ricoprite uno stampo da plum cake di carta forno, e posizionate l'impasto dandogli la forma desiderata (pagnotta semplice o treccia), fate riposare per un'altra mezz'ora. 
Nel frattempo scaldate il forno a 180°, spennellate il pane con un po' di latte, cospargete con degli zuccherini, e cuocete per circa un'ora.

NOTA: se preferite, per la fase di impasto e lievitazione, potete utilizzare la macchina del pane, avendo cura di inserire prima gli ingredienti umidi e poi quelli secchi, e selezionando il programma impasto (h 1:30 ca).



Manifestazioni-Saloni-Eventi

"C'è torta per te 2": Torta morbida di ricotta e fragole al pepe di Szechuan ... la mia torta per Vallè

giovedì, settembre 20, 2012

E’ uscito venerdì scorso in libreria “ C’ètorta per te 2. In viaggio con i blogger”. E’ il secondo ricettario pubblicato da Vallè, che quest’anno ha scelto come filo conduttore della pubblicazione, le spezie e il viaggio. 

Il libro oltre a contenere delle ricette di torte soffici, profumate alle spezie, raccoglie anche i racconti di viaggio vissuti, o talvolta anche solo sognati, di 33 foodblogger. Il ricavato del libro, fortemente voluto da Vallè ed edito da Trenta Editore, sarà interamente devoluto alla FondazioneIEO, di Umberto Veronesi, per sostenere la ricerca sul tumore al seno. 

Ho accettato con entusiasmo di far parte del team: mi faceva piacere poter dare un piccolo contributo per una causa importante e così, venerdì scorso, ci siamo ritrovati tutti a Milano nella giornata della presentazione del volume. Le occasioni d’incontro tra blogger sono sempre piacevoli, ma devo dire che questa è stata organizzata splendidamente, in ogni singolo particolare. 
È stata una giornata ricca di avvenimenti, iniziata nelle cucine della storica rivista “La Cucina Italiana”, dove tutti assieme, con allegria e operosità, abbiamo preparato 10 delle 40 torte presenti nel libro. 
Foto Vallè



Verso le 16 l’aria era intrisa del profumo dei dolci speziati, c’è stato il tempo per una pausa caffè accompagnata dalle nostre preparazioni, e anche un momento per conoscersi meglio e raccontarsi un po’. Poi un veloce cambio d’abito e la presentazione in Mondadori, in Piazza Duomo, dove la Vallè ci ha riservato ancora una piccola sorpresa accogliendoci con un video preparato, quasi in tempo reale, con le immagini salienti della giornata. 
Foto Vallè



A conclusione una piacevole cena tutti assieme e l’ultimo regalo: un cofanetto speciale con il “nostro” libro. 
Il cofanetto sarà in vendita da fine ottobre ed è stato pensato come dono natalizio. Si tratta di una valigetta che, oltre al libro, contiene anche uno stampo da torta della Ballarini. 
La ricetta con la quale ho partecipato al progetto è “Torta morbida di ricotta e fragole al pepe di Szechuan”, ma dopo aver assaggiato quelle delle colleghe devo dire che non avrete che l’imbarazzo della scelte: sono tutte ottime. E allora cosa aspettate? Cercate il libro, compratelo e regalatelo, sosteniamo insieme la ricerca sul tumore al seno. 




Cucina veloce

Insalata di pasta con peperoni, bacon e formaggio

lunedì, settembre 10, 2012


Eccomi qua! Me la sono presa comoda, i giorni sono passati veloci, e c'è stato anche il tempo per una piccola vacanza a Samos, ad un soffio dalla Turchia. Ma quanto belle sono le isole greche? Che meraviglia: mare, cibo, ospitalità squisita.
Adesso però non ci sono più scuse, ricomincia pure la scuola …
La ricetta di oggi l'ho preparata qualche settimana fa: un piatto, ricco, completo, gustoso, che vi permetterà di assaporare gli ultimi peperoni di stagione. Aggiungete il formaggio quando la pasta è tiepida, per evitare che si sciolga e inizi a filare troppo, l'ideale sarebbe che il calore della pasta lo ammorbidisse solo un pochino.

Insalata di pasta con peperoni, bacon e formaggio
Ingredienti per 4 persone
pasta 360 gr
peperoni gialli 4
bacon 100 gr
mandorle a lamelle 50 gr
rucola tritata 2 manciate
pecorino semi stagionato120 gr
olio extravergine d'oliva 4-6 cucchiai
pepe
zucchero un pizzico

Scaldate il forno a 180°, lavate i peperoni e infornateli fino a quando la pelle si sarà scurita. Trasferiteli, quindi, in un sacchetto di carta o di plastica e lasciateli intiepidire. Eliminate il sacchetto e togliete la pelle alle verdure. Tagliate i peperoni a striscioline e fateli saltare per alcuni minuti in un tegame con 4 cucchiai d'olio, aggiustate di sale e metteteli poi da parte.
Tagliate il bacon a pezzetti, fatelo poi rosolare fino a quando diventerà croccante, e completate asciugandolo su della carta da cucina. In un tegame fate tostare le mandorle, senza grassi aggiunti.
Tagliate il formaggio a cubetti: io volevo dare una forma rotonda e ho usato il levatorsoli, ottenendo così dei cerchietti.
Cuocete la pasta in acqua bollente salata, scolatela e fatela saltare con i peperoni, il bacon, e un pizzico di zucchero. Lasciate intiepidire brevemente, aggiungete il formaggio, la rucola e i pinoli ed eventualmente aggiungete ancora qualche cucchiaio d'olio. Servite tiepida o a temperatura ambiente.

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram