Olio Capitale e la sua "Scuola di Cucina"

giovedì, marzo 14, 2013

La torta della brava Valentina Graniero "Desideri di Zucchero" per la quale è stata impiegata della pasta di zucchero realizzata con burro all'olio d'oliva

Si è concluso il 4 marzo a Trieste il 7° Salone degli oli extra vergini tipici e di qualità, prima e unica fiera italiana interamente dedicata all’extra vergine d’oliva,diventata per me un appuntamento fisso cui partecipo con vero piacere. 
La Manifestazione è stata ospitata in una nuova location affacciata direttamente sul Golfo di Trieste. La Stazione Marittima e il prospiciente magazzino 42, interessato da un recente intervento di ristrutturazione, hanno aperto le porte quest'anno alla manifestazione. 

Un'edizione da record, sempre più internazionale, che ha potuto contare su oltre 200 espositori e centinaia di etichette a rappresentare la totalità dell’Italia olivicola, 10.500 visitatori e oltre 3.000 persone, che hanno partecipato alle lezioni tenute da chef locali nella Scuola di Cucina, coordinata da Emilio Cuk, presidente provinciale della Federazione Nazionale Cuochi. 
La Toscana è stata la regina indiscussa per il 2013 con ben 6 oli sui 15 finalisti, ma la Puglia ha sbancato il concorso "Olio Capitale" con 4 premi su 7 assegnati.
Foto Aries

Caldo, siccità e condizioni meteo avverse hanno condizionato quest'anno la campagna olearia italiana, che registra quindi una produzione in calo, ma al tempo stesso quotazioni in rialzo. 
Interessanti i dati emersi dalla ricerca condotta dall'Istituto di Ricerca SWG sulle tendenze di consumo degli italiani dell'olio extravergine: la regionalità è la caratteristica maggiormente ricercata dagli italiani in un olio (Puglia e Toscana le provenienze più ambite), seguita dalle certificazioni di qualità e dalla garanzia di produzione biologica. E', invece, ancora piuttosto ridotta la percentuale di famiglie che variano il tipo di olio d'oliva utilizzato a seconda delle preparazioni in cucina. L’uso d’olio d’oliva o extra vergine d’oliva è quindi consolidato nelle famiglie italiane, ma non sembra al contempo diffusa la conoscenza delle sue caratteristiche e proprietà. 

Ho trovato molto carina l'inziativa "Pianta un olivo" per avvicinare i giovanissimi in modo divertente al mondo dell'olivo e dell'olio. I ragazzi con meno di 12 anni, hanno potuto piantare la propria piantina di olivo e scoprire come imparare a curarla una volta portata a casa, con l'auspicio che nell'arco di 3-4 anni possa fare i primi fiori e magari anche qualche frutto. 

Ma veniamo alla Scuola di Cucina, un momento che trovo molto utile, poichè offre la possibilità di assaggiare i piatti e conoscere meglio alcuni chef locali, e mette i partecipanti nella condizione di testare abbinamenti con oli specifici. E' un esercizio utile per ampliare la propria conoscenza nel campo oleario e raffinare il gusto, affinchè l'olio diventi uno strumento di valorizzazione della pietanza. Trovo inoltre sia un modo intelligente per far conoscere un prodotto riconducendolo ad un uso quotidiano. 
Vi lascio con i piatti assaggiati e gli chef che si sono alternati nella giornata di domenica.
Alessandro Giudici "Pasticceria Giudici", Marco "Gelateria Marco" e Valentina Graniero "Desideri di Zucchero" che hanno preparato: Croissant all'olio extravergine congelato, gelato di yogurt all'olio extravergine d'oliva e biscottini al cioccolato e fior di sale di Pirano e Frolla con Sacher e ricotta. In fondo a destra il burro ottenuto dall'olio extravergine d'oliva.


You Might Also Like

4 colazioni a letto

  1. Risposte
    1. Si è vero, Valentina è proprio brava :-)

      Elimina
  2. Abbiamo l'olio migliore al mondo in Italia! Complimenti per le foto, bellissime anche le decorazioni delle olive!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, l'olio extravergine d'oliva italiano è speciale :-)

      Elimina

Blog Widget by LinkWithin

Copyright Tutti i Diritti Riservati

Tutti i diritti relativi a Testi, Fotografie, compreso il Codice Sorgente, presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono Copyright di Sabrina Lorenzi. © 2009-2014 Tutti diritti riservati. L'utilizzo di immagini o testi qui pubblicati è consentito ESCLUSIVAMENTE a seguito di preventiva autorizzazione e SOLO a condizione che ne venga citata chiaramente la FONTE. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link al contenuto originale, né in alcun modo per scopi commerciali. Questa opera è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001

Like on Facebook

Instagram